Archive | March 2016

“PER INCISO” É IL NUOVO SINGOLO DELLA VOCALIST E SONG WRITER VALENTINA GRAMAZIO ESTRATTO DALL’OMONIMO ALBUM

Valentina Gramazio Per inciso cover

«Questo disco è un lavoro che mi rispecchia completamente, come donna, cantante e autrice. Ci sono le mie passioni musicali, la vivacità tipica del mio carattere, il lato sognante, la celata malinconia, ma soprattutto la necessità di esprimere il mio essere una creativa senza confini ed etichette».

Composto sia nella musica, sia nel testo dalla stessa Valentina e arrangiato dal noto jazzista Giovanni Mazzarino, “Per Inciso” è un samba brillante con un testo ironico dedicato al rapporto dell’autrice con il tempo, non quello atmosferico, ma il signore e padrone dei nostri giorni. Tempo che non basta mai, che scorre con velocità spesso non conciliabili con “i tempi interni” della persona, sempre e comunque “fuori tempo” rispetto alla vita, che del tempo è schiava, ma tuttavia cerca sempre un modo per controllarlo, per cavalcarlo… per viverlo.

I Greci utilizzavano due termini distinti per indicare il tempo: Kronos e Kairos.
Kronos
indicava il tempo nelle sue dimensioni di passato presente e futuro, lo scorrere delle ore; Kairos indica il tempo opportuno, la buona occasione, il momento propizio, con una certa approssimazione, quello che noi oggi definiremmo il “tempo debito”. Nel testo del brano si fa implicitamente riferimento a tutt’e due queste accezioni, con la palese intenzione di alleggerire un tema che in molte persone desta sentimenti quanto meno apprensivi.

Di particolare rilievo il mirabile solo di tromba di Stjepko Gut, artista serbo che ha suonato per trent’anni nel gruppo del leggendario trombettista Clark Terry.

Per inciso” è il primo album della vocalist e songwriter Valentina Gramazio.

Uscito nell’aprile 2015, il lavoro propone nove brani (otto dei quali composti dalla stessa Valentina) che richiamano alla migliore tradizione delle songs americane, ma con parole in italiano e arrangiamenti che talvolta sfumano nel pop. Un album senza etichette stilistiche rivolto a un pubblico aperto alla melodia, ai testi brillanti, alle proposte musicali di qualità. Il progetto porta la firma anche di una delle figure più rappresentative del jazz italiano, il pianista e compositore Giovanni Mazzarino, che ne ha curato gli arrangiamenti. Accompagna Valentina un gruppo di musicisti di prim’ordine: una ritmica solidissima con Riccardo Fioravanti al contrabbasso e basso elettrico e Stefano Bagnoli alla batteria, a cui si aggiunge un bouquet di solisti perfetti per “mettere in scena” la particolare natura di questo disco: il trombettista Stjepko Gut, jazz legend che ha fatto parte del gruppo di Clark Terry, il giovane talento peruviano del trombone Humberto Amesquita e il raffinato chitarrista Gaetano Valli. Completa la formazione il “tenore jazz” Giuseppe Bellanca, voce del coro de La Scala di Milano e prodigioso improvvisatore che colora alcuni momenti del disco e duetta con Valentina in uno dei brani del disco.

Ascolta qui l’album “Per inciso”:

https://soundcloud.com/valentina-gramazio/sets/per-inciso-valentina/s-is0yF

BIO

Classe 1968, seconda di tre sorelle, Valentina Gramazio, assimila fin da bambina il linguaggio del Jazz grazie al padre Domenico, grande appassionato e talentuoso cantante dilettante. Miles, Trane, Cannonball, Bird, le grandi orchestre swing, oltre naturalmente ai mostri sacri del vocal jazz come Sinatra, Ella, Sarah e le altre ragazze” sono, attraverso il vinile, i suoi maestri e le lezioni si tengono tutte nel salotto di casa. L’ascolto quotidiano di questi leggendari musicisti educano e formano il suo orecchio e la sua jazz attitude”, portandola in modo naturale a interiorizzare un vastissimo repertorio di standard, grazie al quale comincia, mentre ancora frequenta il Liceo Classico, a esibirsi live con varie formazioni di musicisti professionisti.

Poco più che ventenne è allieva della contralto lirica Daniela Battaglia e successivamente della soprano Elena Bertocchi, sempre affiancando lo studio della tecnica vocale con l’approfondimento del linguaggio Jazz attraverso seminari e masterclass con musicisti di fama internazionale come Giovanni Mazzarino, Jay Clayton, Sheila Jordan, Michelle Hendriks, Eduardo Lopes, Cinzia Spata, Gegè Telesforo, Anne Ducros, Barbara Casini, e numerosissimi altri. Dotata di una limpida e potente voce di soprano, Valentina si muove fra jazz e musica brasiliana, sul palco di locali e rassegne jazz, maturando presto il bisogno di esprimersi anche attraverso la composizione di brani originali.

Perfeziona nei primi anni ’90 le sue prime esperienze autorali che mettono in luce le sue due anime di musicista e paroliera. All’amore per il Jazz , infatti, Valentina affianca da sempre un grande interesse per la scrittura creativa, che la condurrà giovanissima a intraprendere la carriera di copywriter pubblicitaria, che tutt’oggi svolge con la sua agenzia Gramazio Adv.

Senza l’esigenza di darsi etichette musicali o professionali di alcun tipo, la sua è una vita vissuta artisticamente a tutto tondo, nella quale i confini tra jazz, arte e comunicazione si mescolano in un flusso continuo di note, idee, incontri e progetti: sul palco con varie formazioni, come autrice di musica e testi, dietro le quinte dell’advertising sui set pubblicitari, in studio di registrazione incidendo spot e jingle radiofonici, oppure organizzando eventi culturali di musica, fotografia e arte contemporanea.

Nel 2015 ha pubblicato “Per inciso”, il suo primo album di brani originali, arrangiati da Giovanni Mazzarino, pianista e compositore considerato fra i top player del Jazz italiano, con il quale condivide anche l’avventura imprenditoriale della Jazzy Records, etichetta discografica indipendente attiva a 360° nella valorizzazione, promozione e produzione di dischi ed eventi culturali legati al Jazz e alla musica colta del XX° Secolo. Non solo discografia, dunque, ma anche organizzazione di concerti, rassegne e Festival Jazz (come ad esempio Crema Jazz Art Festival, Messina Sea Jazz Festival, il Premio Tony Scott, il Premio Internazionale Tony Scott, la Rassegna Internazionale La Vedova in Jazz a Udine).

La poliedricità di Valentina ha suscitato anche l’interesse del Corso di Laurea in Economia e Gestione dello Spettacolo della Facoltà DAMS dell’Università di Udine e Gorizia, che a Giungo 2014 e Maggio 2015 l’ha invitata a tenere due seminari sul tema Fare Musica, che Impresa”. Durante questi incontri con gli studenti Valentina ha portato la sua esperienza di songwriter e di imprenditrice della musica, raccontando in presa diretta” come nasce un disco e quali sono le strategie e le tecniche che un’etichetta discografica mette in campo per comunicare, vendere il prodotto e promuovere l’immagine dell’artista.

Nel corso del 2015 Valentina si è anche occupata di cinema, co-producendo con l’etichetta Jazzy Records la realizzazione di un docufilm incentrato sulla figura e sulla musica di Giovanni Mazzarino, che narra la genesi di “Piani Paralleli”, la nuova suite di musiche originali di Mazzarino per orchestra d’archi e trio Jazz, registrata live nella Fazioli Concert Hall di Sacile con un ensemble di musicisti eccezionali. Oltre naturalmente a Mazzarino, Steve Swallow, Adam Nussbaum, Fabrizio Bosso, Paolo Silvestri e una chamber orchestra di 14 elementi. Il Film e il disco “Piani paralleli” usciranno nella primavera del 2016.

Valentina è inoltre giornalista pubblicista Iscritta all’Albo della Lombardia collabora con alcune testate che si occupano di musica, comunicazione e arte.

Il disco “Per inciso” è in vendita sul sito www.jazzy-records.com , nei negozi di dischi, e su tutti gli store musicali online (Distribuzione IRD e Believe Digital)

CONTATTI & SOCIAL:

Facebook https://www.facebook.com/pages/Valentina-Gramazio/483624555077277?ref=hl


Sito Web Jazzy Records www.jazzy-records.com

“UNIVERSO”: IL NUOVO SINGOLO DI CAPITAN AMERICA ESTRATTO DAL SUO ULTIMO LAVORO DISCOGRAFICO “SUPERNOVA”

Un brano autobiografico che racconta una storia d’amore passando dalla Milano-by-night degli eccessi, alla provincia periferica marchigiana, riflessiva, torbida ed introspettiva.

Il singolo è accompagnato da un videoclip interamente girato con un iPhone dove appare esclusivamente un primo piano del cantante che racconta la sua storia guardando dritto in camera, come se parlasse direttamente allo spettatore.

 

Supernova” è il quarto lavoro discografico di Capitan America pubblicato dalla Gintonic Records e distribuito dalla Morning Glory. Diciotto tracce che spaziano dal rap alle sonorità caraibiche fino al cantautorato italiano. E’ un disco prodotto per metà nelle Marche e per metà negli USA. Tra i produttori troviamo il marchigiano Alessandro Vagnoni e gli americani Tom Coyne (produttore di Adele e Beyonce) e Jay Franco (Beastie Boys, Coldplay).

BIO

Capitan America, nome d’arte di Andrea Chiarini, classe 1987, marchigiano, musicista eclettico e produttore, diplomato al conservatorio in chitarra classica.

Quattro gli album pubblicati: In ogni singolo istante (2007 – Anteros Produzioni srl), Cielo Nero (2010 – Top Records/Edel Italia), Capitan America (2013 – Top Records/Edel Italia), Supernova (2015 – Gintonic Records/ Morning Glory).

La sua attività pubblica come musicista inizia 10 anni fa, quando un suo singolo dal titolo “Agnese” tratto dal suo primo album, balzò alla posizione #8 della classifica pop generale di iTunes, brano che lo ha poi portato a girare sia l’Italia che l’estero (Messico), per numerosi concerti. Il brano è stato anche scelto per il programma “Talent One” su Italia Uno e inserito in una compilation estiva di Radio 105.

Due anni dopo, quindi nel 2009, fonda una sua etichetta discografica indipendente, la Gintonic Records e inizia subito, grazie a questo, anche ad auto-prodursi.

Con il successivo trasferimento a Milano entra come discografico in Sony Music e annovera fra le sue collaborazioni quella con grossi nomi della musica italiana come Antonello Venditti, Gianna Nannini, Luca Carboni, Giovanni Allevi, ma anche J-Ax, Entics, Gemelli, Two Fingerz. In questo periodo pubblica per la Top Records/Edel “Cielo Nero” il secondo album.

L’evoluzione più significativa avviene nel 2013 con l’uscita dell’album “Capitan America”.

Se precedentemente aveva lavorato su sonorità pop/rock infatti, ora si avvicina con questo lavoro a sonorità rap/pop. Ottiene anche stavolta significativi risultati di classifica e visibilità, il singolo “Capitan America” entra nella classifica generale pop alla numero #30.

Sulla scia di questo riscontro avviene anche il cambiamento artistico, adottando come nome d’arte appunto quello di Capitan America, come il titolo dell’album.

Collabora con Matteo Becucci (vincitore di X Factor 2009, Tale e Quale Show 2014) per “L’Onda Del Destino” (#70 classifica generale iTunes, Top 20 della Indie Music Like), singolo estivo prodotto da Gaetano Pellino, fratello di Neffa. Poco dopo pubblica su YouTube, il nuovo singolo da solista dal titolo “La Gente” in freedownload su Youtube che anticipa il quarto lavoro “Supernova”.

Con il brano “Il Rock è Morto” viene scelto tra i 40 finalisti di Area Sanremo 2014.

Il 12 Dicembre il singolo è entrato in 6° posizione tra i singoli più scaricati in Italia su Itunes, il video ha superato le 200.000 visualizzazioni.

A seguire pubblicherà “Come Il Presidente”, brano ironico dal video provocatorio, “Alcool” uno street video girato con spezzoni di live e foto tra Milano e le Marche

E’ uscito in tutti i negozi di dischi e su iTunes “Supernova” il suo quarto album anticipato dal singolo Universo, in rotazione in tutte le radio.

Il disco “SUPERNOVA” è acquistabile su:

iTunes: https://itun.es/it/i44r_ – Amazon: http://amzn.to/1SWK8s2

CONTATTI & SOCIAL:

Sito Web www.capitanamericamusic.it

Facebook www.facebook.com/capitanamericamusic

Instagram www.instagram.com/capitanamericamusic

 

“Anima” è il primo singolo estratto dall’album “Il Maniaco” di Mikeless

Una canzone dedicata alle donne, a tutte le donne senza distinzione di età, razza, ceto.

Racconta della forza delle donne, delle cadute e della capacità, sempre, di rialzarsi, andando a testa alta nel mondo. Un mondo che spesso cerca di schiacciarle e reprimerle.

Dolce e sognante è il passo della canzone, dominata dalla virtuosa, ma mai eccessiva, chitarra di Mikeless. Insieme alla sua voce davvero caratteristica e unica capace di trasmettere un’emozione vera, questo brano comunica con semplicità e delicatezza.

 

Mikeless è un artista di strada, un one man band capace con la propria voce, una chitarra e una Loopstation, di arrangiare live qualsiasi brano.

“Il Maniaco” è il primo album solista di Mikeless, al secolo Michael Fortunati.

Un disco completamente acustico che mette in risalto sia le sue qualità vocali che di ottimo strumentista e one man band. L’unica traccia arrangiata con altri strumentisti è “Funky Blues”.

Beatbox e loopstation insieme a chitarra e voci sono le sue caratteristiche principali.

Un album ricco di colori ed emozioni, raffinato, ma diretto.

Un susseguirsi di riflessioni e pensieri spesso autobiografici, ma più genericamente un disco in cui traspare, canzone dopo canzone, l’ironia, ma anche la sensibilità di Mikeless verso le proprie esperienze, verso il mondo e la quotidianità.

BIO

Mikeless, al secolo Michael Fortunati, classe 83′, nasce come chitarrista e passa ad essere un cantautore e artista di strada.

Nei primi anni di vita musicale, si dedica a vari gruppi presenti sulla scena piacentina, come chitarrista e seconda voce in numerosi progetti.

Nel 2006 sente il bisogno di esprimersi come solista così, usando una loop station, che gli permette di eseguire i suoi brani originali mischiando chitarre acustiche, suoni elettronici, beatbox e cori, comincia a proporre il suo repertorio originale.

La svolta cantautorale è del 2011 con l’uscita del primo disco autoprodotto: “Mikeless”. Successivamente dalla collaborazione con A. Colpani nel duo Spiritosi ma non troppo esce il loro disco autoprodotto “Con il dovuto rancore”.

Nel 2014 l’incontro con Chiara Ferri (Level49) e Melody Castellari (Taitu’ Music) con cui inizia a preparare il primo disco ufficiale appunto sotto Etichetta Taitu’ Music.

Il disco esce nell’aprile del 2015 e si intitola “Il Maniaco”; 8 brani che passano dal folk allo swing al funky.

Nel frattempo sono nate altre collaborazioni con il giovane Morrywood (cantante melodico-rap) e con la cantante e produttrice Melody Castellari, figlia del grande autore e compositore recentemente scomparso Corrado Castellari.

CONTATTI & SOCIAL:

Sito Ufficiale http://mikeless.it/

Facebook https://www.facebook.com/Mikeless-124210100955462/?fref=ts

Twitter https://twitter.com/MikeMikeless

YouTube https://www.youtube.com/channel/UC2Jh9wuOyn5ua9NF8_iwXZw

Itunes https://itunes.apple.com/us/artist/mikeless/id459722231

MATTEO ROVATTI: “LONTANO” È IL SUO NUOVO SINGOLO edito daI Nomadi IN RADIO DAL 4 MARZO

Il brano è stato masterizzato al prestigioso Sterling Sound Studio di New York dal celebre tecnico del suono Ted Jensen.

La promessa di portare chi amiamo lontano dal dolore, lontano dallo sconforto, lontano dalla malinconia, in un futuro in cui la luce guarisca il suo cuore ferito dal tempo donandogli il calore che merita, la felicità che merita e la pace che merita; è questo il messaggio che Matteo Rovatti ha voluto lanciare con il suo nuovo singolo “LONTANO”.

Matteo Rovatti (voce) è accompagnato da: Maurizio Mancini (tastiere), Davide Neri (basso), Paolo Valli (batteria) e Massimo Varini (chitarre).

Hanno partecipato, inoltre: Maurizio Mancini (mixaggio), Ted Jensen (mastering), Enrico Coppola (fotografie) e Giuseppe Lo Presti (artwork).

BIO

Matteo Rovatti nasce a Sassuolo il 17 Agosto 1972 ed è autore e compositore di tutte le sue canzoni.

Nel Marzo del 2008 pubblica il suo CD “VEDERE” contenente cinque canzoni inedite.

Nel Luglio del 2008, con il suo singolo “VEDERE”, partecipa alla tappa di Carpi del concorso ”Fammi Sentire La Voce” organizzato da Radio Bruno, ed arriva in finale alla tappa di Formigine vincendo il Premio Magazine.

Nell’Ottobre del 2009 partecipa al Teatro Carani di Sassuolo al concerto Africa Aid “Water For Children” organizzato da “Africa Nel Cuore” e “Croce Rossa Italiana”.

Nel Giugno del 2012 apre il concerto dei “NOMADI” al Campo Sportivo di Castelvetro.

Nel Febbraio del 2015 apre il “XXIII TRIBUTO AD AUGUSTO_NOMADiNCONTRO” al Teatro Tenda di Novellara.

Matteo Rovatti è autore e compositore insieme a Giuseppe Carletti e Massimo Vecchi della canzone “TUTTO VERO” pubblicata nel nuovo disco di inediti dei Nomadi “LASCIA IL SEGNO” uscito il 19 Maggio 2015.

Nell’Ottobre del 2015 annuncia il suo nuovo singolo “VA DI VIVERE” pubblicato dai “NOMADI”.

Nel Gennaio del 2016 esce il suo nuovo singolo “LONTANO” pubblicato dai “NOMADI”.

Nel Febbraio del 2016 apre il “XXIV TRIBUTO AD AUGUSTO_NOMADiNCONTRO” al Pala Enel Energia di Novellara.

CONTATTI & SOCIAL:

Facebook: http://www.facebook.com/matteorovatti

Youtube: http://www.youtube.com/matteorovatti

Edizioni Musicali: Nomadi

“SPIEGAMI TU COS’é”: IL NUOVO SINGOLO DI ALEX NORMANNO

Un brano rock melodico con un’alternanza di sonorità delicate e aggressive, unite per un sound deciso dal ritmo incalzante, scritto da Alessandro Dubini sulla musica di Massimiliano Cenatiempo.

“Spiegami tu cos’è” è una canzone che parla di un’amicizia molto speciale tra un ragazzo ed una ragazza. Lui si rivolge a lei ironizzando sul loro rapporto, al quale lei stenta a dare il giusto nome, chiedendole di non mentire, almeno a se stessa.

Il pezzo si focalizza su questo rapporto così forte e viscerale, «questi brividi che mi attraversano il corpo quando ti trovi davanti a me fino al punto di perdere ogni tipo di controllo». Soltanto una parola può descrivere un sentimento così intenso e passionale e la parola è “Amore”.

 

BIO

All’ età di 10 anni (1991), si iscrive da privatista al corso di Pianoforte dove studia con impegno e determinazione.

A 13 anni (1994) si esibisce nelle discoteche e nelle piazze Milanesi cantando con la Band di “Lidiano Romagnoli” riscuotendo un discreto seguito e successo.

All’ età di 16 anni (1997), viene invitato in qualità di ospite in diverse trasmissioni televisive di emittenti private (Festa in Piazza, Italianissima…).

A 17 anni (1998), compone i primi brani inediti che danno una svolta decisiva alla sua vita.

Arrivato a 18 anni (1999) partecipa a numerosi concorsi tra i quali spicca “Castrocaro”. Nello stesso anno venne chiamato a far parte dello staff del “Pavarotti and Friends

Nell’ ottobre del 2002 Alex partecipa alle selezioni del “Festival di Napoli” posizionandosi nei primi posti.

Del suo talento si accorse la “Map” con cui Alex ha lavorato al primo progetto discografico con i brani “Ci sono giorni” e “Adesso”.

Nel 2004 partecipa al concorso canoro “Video Festival Live” sponsorizzato da “Radio Italia” con i brani autoprodotti “Definitivo” e “Uccidimi tu” arrivando in finale.

Dal 2004 al 2007 canta con numerose cover band nelle discoteche e nei locali di tutta Italia.

Inizia poi un lungo lavoro di ricerca e di maturazione artistica che lo porta nel 2013 a nuove collaborazioni, tra cui quella attuale con Max Cenatiempo del “Rymax Studio” che diviene compositore, arrangiatore e produttore dei nuovi brani, gli autori Roberto Valentino, Nicola Fonsdituri, Elisa Torri, Luca Sportelli, Alessandro Dubini il tutto sotto la super visione del Maestro Vince Tempera.

Questo progetto richiama chiaramente un nuovo inizio, un percorso di inevitabile crescita che si esprime attraverso un sound deciso che riesce ad esaltare le sue indiscutibili doti vocali.

Nel 2014 Alex partecipa in qualità di ospite, al talent ideato e presentato dal grande Valerio Merola e organizzato da Grimm’s eventi in collaborazione con Rymax studio per tutto il nord Italia, riscuotendo grande successo.

Il 23 Dicembre 2014 esce in tutti i Digital Store Nazionali e Internazionali il Singolo “Non volo” e subito dopo il Video Clip distrubuiti da Artist First e Prodotti da Rymax Studio ricevendo molte gratificazioni dal pubblico e dai Midia.

Il 28 Aprile 2015 decidemmo di creare una versione Remix di “Non volo” con la preziosa collaborazione di Enzo G. & Bietto, che spopolò in tutte le discoteche Europee.

A Luglio 2015 parte il tour italiano ed estero per la promozione del nuovo singolo.

Il 7 agosto 2015 esce “Canzone per te” il secondo e atteso singolo di Alex, ed entro fine anno uscirà l’intero album.

CONTATTI & SOCIAL:

Sito Web http://www.alexnormanno.com

Facebook https://www.facebook.com/alex.normanno

Google+ https://plus.google.com/u/0/+AlexNormanno/posts

Twitter https://twitter.com/alexnormanno?lang=it

Instagram https://www.instagram.com/alex.normanno/

Youtube https://www.youtube.com/channel/UCuB3JhT9HO7CxtlTox3FBGA

Vevo http://www.vevo.com/artist/alex-normanno

DUB ALL SENSE: “P’APPARÀ” É IL SECONDO SINGOLO ESTRATTO DAL LORO ULTIMO ALBUM “BRO” ACCOMPAGNATO DALLO STILE ORIGINALE DI luca il FRONTMAN DEI polina

Un brano che racconta una delle pagine più brutte della nostra storia, la “terra dei fuochi”, denunciando anche qui l’indifferenza dello “spettatore“ con un messaggio diretto e chiaro: «vuoi solo apparire o magari vuoi aggiustare le cose ?».


BRO è il terzo lavoro discografico nel quale cercano di comunicare la voglia di abbattere ogni frontiera ed ogni confine sia mentale che geografico senza distinzione sociale o colore della pelle, in una sola parola cercano di spazzare via il velo del pensiero razzista che grazie all’indifferenza sta crescendo sempre di più in questo periodo storico. È un disco caratterizzato da numerosi ospiti e vanta la collaborazione di un’eccellenza della produzione dub mondiale, Neil Perch (Zion Train), che ha curato mix e mastering. Il sound è curato da Dubline, produttore e fondatore del progetto DAS.

L’album si compone di 12 tracce ed è arricchito da numerosi featuring da ogni angolo del mondo: da Los Angeles alla Grecia, dal Messico all’Inghilterra fino ovviamente all’Italia.

Gli ospiti di “BRO” sono: Mr.Williamz, Speng Bond, Marina P, Zulù (99Posse), Treble Lu Professore, Luca (Polina), MrDill Lion Warriah, Mc Baco, Fikir Amlak, Fleck, Virtus & JanahDan, TadeoMan.

Il disco è stilisticamente vario e abbraccia molte sfumature della bass music. Impregnato del background dub/reggae con elementi mediterranei dei Dub All Sense, “BRO” è caratterizzato da variazioni sul tema improvvise e spesso sperimentali, come Uk stepper, digital rubadub, echi profondi e ricercate strutture in chiave EDM, ipnotici ritmi dubstep, trip hop, sfacciata jungle.

BRO” è un gergo della subcultura di questo secolo, forma abbreviata della parola ‘brother’, fratello. L’universalità di questa sillaba, esaustiva nel suo stesso essere, è una forma di connessione immediata, di superamento di ogni barriera, di provenienza, colore o razza.

BRO” è inclusivo, è un farne parte, un accogliere, un miscelare esperienze, attimi, passioni. Questo album prende forma nella commistione di talenti, idee creative e generi in un melting pot musicale figlio legittimo dell’era in cui viviamo; un mix sapiente di tradizione e innovazione che non preclude alcun percorso, ma che tende ad accoglierlo in sè per rivelare una sola ed unica anima.

Da sempre per il collettivo DAS la musica è mezzo di cambiamento e di rivoluzione culturale ed è per questo che in “BRO” c’è ampio spazio per liriche incentrate su scottanti temi sociali cosi come è consistente il numero di tracce nate per far ballare l’ascoltatore dal vivo. Questo lavoro può considerarsi un punto di arrivo e contemporaneamente di partenza, un album maturo che guarda alla cultura dei sound system con rispetto, con più di una produzione con quel particolare “taglio”.

La copertina di “BRO” è stata disegnata dal writer Carmine Foschino aka Korvo, la grafica è stata affidata al talento di Luca Tramma.

Il disco è uscito il 30 novembre per l’etichetta 4Weed Records e sarà supportato da RedGoldGreen di Roma e l’ufficio stampa L’Altoparlante di Milano.

DICONO DI LORO:

Dubstep, trip hop, metropolitane periferie occidentali, elettronica di fino e ipnotiche escursioni sulle rive del mediterraneo. Un incedere Dub proiettato al futurismo digitale, musica dalle proprie mani contro le violenze del mondo reale.” Paolo Tocco, Qube Music

BRO è il terzo lavoro discografico nel quale cercano di comunicare la voglia di abbattere ogni frontiera ed ogni confine sia mentale che geografico senza distinzione sociale o colore della pelle, in una sola parola cercano di spazzare via il velo del pensiero razzista che grazie all’indifferenza sta crescendo sempre di più in questo periodo storico.” Ritmo in Levare

Un bellissimo disco che suona di fratellanza per mano e voce di culture apparentemente lontane anni luce”. Red, Sound 36

questo disco consolida i Dub All Sense tra i protagonisti della scena reggae italiana” Music Coast To Coast

fratellanza e comunione e si fa opera sociale e si cerca di condividere messaggi importanti per il futuro delle nuove generazioni.” Angelo Rattenni, Exit Well

Un disco per le nuove generazioni. Rapide e concise le riposte perché non serve tanto altro da dire… da ascoltare tutto d’un fiato.” Blog della Musica

Al di la degli incisivi elementi strutturali e artistici, il nuovo disco del collettivo gioca carte importanti e dal significato pesante, temi forti che l’intolleranza, l’indifferenza e soprattutto l’ignoranza lasciano abbandonati a se stessi troppo spesso.“ Rockambula

11 brani che spaziano dal classico Dub a sonorità africane, tribali danze digitali, arredamenti inglesi, andamenti trip hop e jungle e tanto altro ancora. (…) Bellissimo questo terzo lavoro per i Dub All Sense, ratellanza, unione, culture che si incontrano e si fondono assieme, tutti figli di una stessa Terra.Paolo Polidoro, Musical News

un disco che già dal titolo urla di rabbia e sussurra preghiere in tutte le lingue possibili. Un disco contro il sistema, di rivalsa e rivoluzione, una voce che spera in una fratellanza globale in cui il popolo è unico sovrano del quotidiano esistere.” Marco Vigliani, Sound Contest

Con BRO il progetto DUB ALL SENSE segna un punto dritto al centro del tempo che stiamo vivendo. Passaggi. Che non siano passaggi abbandonati a se stessi.” Alessio Primio, 100 Decibel

Un lavoro specialissimo, un sofisticato cesello di note sorprendente che non può e non deve passare inosservato. Ottimo davvero.” Quadri Project

BIO

Lo scenario è quello di un periodo storico segnato da forti tensioni sociali, dal fermento creativo, dall’innovazione in ambito musicale che segna il progressivo affermarsi dell’elettronica, scomposta in varie forme e differenti generi.

Nel 2008 il collettivo Dub All Sense nasce da un’idea di Luigi ‘Dubline‘ Telese, producer e ideologo del progetto. Il suo background artistico si compone della partecipazione come dubmaster per la band La’brosTer e dj per i sound Sativa Dub Station e Mystical Powa.

Un humus che si amalgama incredibilmente con le influenze sonore di Dubline. Zion Train in primis, prepotentemente rivoluzionari, inventori di genere, energici; ma anche Asian Dub Foundation, Almamegretta (D-Rad), Massive Attack e l’inafferrabilità dei loro suoni, la loro difficile collocazione in un preciso genere musicale, un’anima mediterranea marcata e una ricerca musicale continua.

Il primo lavoro discografico prende il nome di ‘Follow the Lion‘. Pubblicato nel 2009, il disco vede la partecipazione di Madaski (Africa Unite, Dub Sync) e Paolo Baldini (Alambic Conspiracy, BR Stylers) alla produzione artistica. Collaborano nomi come il batterista Alex Soresini (Africa Unite, Alborosie, Reggae National Tickets) e il rapper Clementino. Partecipa in maniera incisiva alla produzione il percussionista Enzo ‘JamOne‘ Daddio, che entra attivamente nel collettivo DAS. L’album riscuote un ottimo riscontro nazionale ed internazionale, le sonorità calde e la dimensione analog/digital viene percepita nel modo giusto da critica e pubblico. Neil Perch, fondatore degli Zion Train e della label Deep Root, decide di pubblicare su vinile 7pollici il singolo ‘Afrika‘, cimentadosi in un remix della traccia che ne valorizza esponenzialmente il già ricco potenziale.

Questo primo contatto e il feeling nato dai due produttori nelle numerose volte in cui si incontrano live, pone le basi per una collaborazione duratura. Infatti il 2011 è l’anno di ‘Goodbye Riot‘, prodotto da Dub All Sense con la supervisione di Neil Perch, che ne cura il mix e il mastering. La crescita artistica del collettivo DAS è netta e progressiva, le tracce sono più mature e personali, arrangiante e composte interamente da Dubline. Arricchiscono questa nuova produzione voci nazionali ed internazionali del panorama dub/reggae. Marina P, Fitta Warri, MrDill Lion Warriah, Longfingah, Mc Baco, Sista Kinky, sono solo alcuni dei nomi che rendono ‘Goodbye Riot‘ un album ricco di tematiche e di sonorità innovative che immergono l’ascoltatore in un mondo, un ambiente avvolgente, a tratti futuristico. Come successo per ‘Follow the Lion‘, anche in questo caso Neil Perch estrae un singolo ‘Collieman‘ e lo produce su 7pollici per la sua etichetta Deep Root. La copertina dell’album è finemente curata dall’artista Alice Pasquini. ‘Goodbye Riotrivive una seconda volta nel remix ep ‘Fear and Loathing from Dub‘. L’ep esce nel 2013 per l’etichetta 4Weed Records, con cui Dub All Sense stringerà una stretta collaborazione, e vede ai remix produttori come Mystical Powa, Insintesi, Dziga, I.N.D. e No Finger Nails. L’ep è impreziosito da un inedito con la singer Janis.

Il 2014 è un anno importante per il collettivo DAS sia a livello artistico che personale. Inizia una nuova avventura per il duo campano che decide di trasferirsi a Londra e respirare l’aria, le vibrazioni che tanto hanno influenzato le loro produzioni fino a quel momento.

Il processo creativo, incessante, porta ad una collaborazione con l’etichetta tedesca Lion’s Den che, in cooproduzione con 4Weed Records, rilascia l’ep ‘Rudebwoy Corporation‘ su vinile 12pollici.

In questo nuovo lavoro musicale, Dub All Sense collabora con MrWilliamz, Longfingah e MrDill Lion Warriah alla voce e con Zion Train, Jambassa e Welders HiFi ai remix.

Il singolo ‘Haffi Bun‘ feat. MrWilliamz viene scelto dal progetto GreenHouse Seed Company, ideato da Franco Loja, per la realizzazione di un videoclip. Lo storico dj inglese David Rodigan premia la traccia con più di un passaggio radiofonico su BBC Radio 1xtra.

Il drop tra il 2015 e il 2016 viene invece alla luce il terzo album del progetto Dub All Sense: “BRO” che segna la definitiva consacrazione, il punto di arrivo e contemporaneamente di inizio, il momento in cui abbracciare idealmente artisti che hanno ispirato il percorso musicale dei DAS, collaboratori storici della band, nuovi singers e producers.

CONTATTI & SOCIAL:

Facebook: https://www.facebook.com/duballsense

Youtube: https://www.youtube.com/duballsense

Soundcloud: https://soundcloud.com/dub-all-sense

Rockit: http://www.rockit.it/duballsense

Etichetta discografica: 4weed Records

 

ALFONSO DE PIETRO: “LA CANZONE DI RITA” E’ IL SECONDO SINGOLO ESTRATTO DAL SUO NUOVO ALBUM “DI NOTTE IN GIORNO”

alfonso_de_pietro_la_canzone_di_rita.jpg___th_320_0

Un brano dedicato a una giovane siciliana ribelle e testimone di giustizia.

Rita Atria ha 17 anni nel 1992, quando si suicida. È una giovane siciliana, figlia e sorella di mafiosi, che, dopo gli omicidi del padre e del fratello, decide di rivelare tutto quello che sa degli affari della sua famiglia con la politica e l’economia del tempo. Dopo la strage di via d’Amelio si sente perduta, sola: anche Paolo Borsellino, il giudice a cui ha riservato le sue rivelazioni, unico riferimento rimastole, è stato assassinato. La bara della “picciridda” arriva nel suo paese, Partanna (TP), dove l’hanno definita “fimmina lingua longa e amica degli sbirri” e viene accompagnata al cimitero da poche donne. La madre, che l’ha rinnegata, spaccherà la lapide a martellate. Per 21 anni rimarrà una tomba senza nome. Dal 2013 ce n’è una su cui è inciso “La verità vive”.

Il vincitore dei premi “Musica contro le mafie” (2012), “Agenda Rossa Borsellino” (2013), “Cultura contro le mafie” (2014) torna con un nuovo lavoro discografico dal titolo DI NOTTE IN GIORNO che nascerà con il patrocinio di LIBERA e con una presentazione di don LUIGI CIOTTI.

Le canzoni raccontano disperazione e speranza, disagio collettivo e lotta per i diritti, indifferenza e riscatto. Ricordano alcuni martiri civili: Giancarlo Siani, Lollò Cartisano e Rita Atria.

Inoltre il nuovo album presenterà una suggestione musicale nuova: una cifra stilistica di “canzone d’autore vestita di jazz”, anche in virtù della collaborazione con musicisti molto apprezzati nel panorama jazzistico nazionale ed internazionale, che vantano collaborazioni con artisti quali Bollani, Rava, Lee Konitz, Phil Woods, Gianmarco, Tommaso, Urbani, e molti altri.

DICONO DI LUI:

“Un disco verso cui sedere, ascoltare, riflettere e sicuramente goderne del bel suono” Red, Sound36

“Il nuovo disco dei Alfonso De Pietro, se pur vestito di eleganza e di gusto tra gli arrangiamenti in chiave Jazz, resta forse il più diretto ed incisivo percorso a testimonianza della sua attività come uomo e come artista attivo nella lotta sociale e culturale contro tutte le mafie del nostro paese.” Marco Vittoria, Vento Nuovo

“Passaggi acustici davvero interessanti filologicamente intrecciati con le ballate americane (se non fosse per i fiati) che ricordano talune contaminazioni della nostra discografia anni ’70 e ’80” Marco Riva, Music Letter 

Dietro messaggi di forte impatto per una lotta a tutte le mafie di questo paese, la canzone d’autore di De Pietro è intrisa di metafora, di vita quotidiana, di belle emozioni. Il tutto condito da un sapore jazz.” Blog Della Musica

Un disco di musica pop d’autore che però porta con se il carico di grandi messaggi che De Pietro veicola con gusto tra metafore e romanticismo, tra dure realtà e poche altre variazioni sul tema.” Marco Vigliani, Sound Contest

“…il livello qualitativo è senza dubbio di alta gamma, l’autore padroneggia le note e le plasma con disinvoltura    e grande sensibilità” Quadri Project

“Un bel disco insomma che traduce la sua missione in missione di tutti, emozioni e condivisioni, un sound morbido, elegante, a tratti popolare, a tratti da gala pregiati di alta società. ” Alessio Primio, 100 Decibel

“Un disco che parla ai giovani delle nuove generazioni attraverso un linguaggio Jazz, una canzone d’autore che si veste di parole forti e di metafore dolcissime e comunicata un senso di rivalsa e di rinascita.  Maria Stefania Bochicchio, Full Song

testimonianza che la lotta a tutte le mafie di questo paese passa anche per la musica, testimonianza che è arrivato il momento di un nuovo inizio.” Maria Rosaria Piscitelli, My Dreams


BIO

Alfonso De Pietro in 10 punti.
1. Compositore, autore, chitarrista, cantante, educatore. Campano di origine, toscano di adozione.
2. Laureato in Scienze Politiche, presso l’Università di Pisa, oltre alla didattica musicale, a tenere concerti e a produrre e rappresentare opere di Teatro-Canzone, mi occupo di Formazione: educatore, docente e tutor per giovani drop-out (dispersione scolastica) e area del disagio.
3. Dopo aver fatto parte di diversi gruppi, con un’intensa attività live pluriennale, dopo aver scritto per il teatro e il cinema, da solista nel 2011 ho pubblicato per Storie di Note (Musica&Ideali) il cd (IN)CANTO CIVILE, con le PARTECIPAZIONI STRAORDINARIE di CLAUDIO LOLLI, don ARMANDO ZAPPOLINI, IL PARTO DELLE NUVOLE PESANTI – con i PATROCINI di LIBERA, AVVISO PUBBLICO, CASA MEMORIA FELICIA E PEPPINO IMPASTATO, C.N.C.A. (Coordinamento Nazionale Comunità d’Accoglienza)
4. Parte di una delle recensioni più significative ed emblematiche.“(In)canto civile”: album apodittico per un’ideale Spoon River del III Millennio. Come si vede e si sente De Pietro non difetta di coraggio, e nemmeno di convinzione e slancio ideali (che il dio delle note d’autore gliene renda merito: l’augurio è che possa preservarli intatti per altri cento lavori come questo), il suo album è intriso di speranza, voglia di dire, credere, crescere, denunciare, sognare, solidarizzare. (Mario Bonanno)
5. Premi Nazionali ricevuti: MUSICA CONTRO LE MAFIE 2012, AGENDA ROSSA Borsellino 2013, CULTURA CONTRO LE MAFIE 2014
6. Tra i tantissimi concertied eventi, a seguito di questa uscita discografica, si segnalano in particolare: Presentazione ufficiale del cd alla FESTA NAZIONALE di LIBERA a FIRENZE. Apertura dei concerti di CLAUDIO LOLLI, Il Parto delle Nuvole Pesanti, Pippo Pollina. Numerose partecipazioni ad eventi a tema Legalità con don LUIGI CIOTTI ed i magistrati PIERO GRASSO, ETTORE SQUILLACE GRECO, FRANCESCO MESSINEO, NICOLA GRATTERI, e gli amici e colleghi del Pool con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: GIUSEPPE AYALA e LEONARDO GUARNOTTA. Partecipazione a TRAME, Festival nazionale letteratura contro le mafie. Partecipazione all’appuntamento annuale a CINISI (PA), organizzato da CASA MEMORIA FELICIA E PEPPINO IMPASTATO con i Modena City Ramblers. Debutto a PARIGI, presso la sede Anpi Les Garibaldiens e al Petit Théâtre du Bonheur, a Montmartre.
7. (IN)CANTO CIVILE (IN)FORMAZIONE è il Laboratorio ideato e condotto nelle Scuole: scrittura creativa collettiva e musica d’insieme per Rappresentazioni di poesia, racconti e canti di memoria e di riscatto, per progetti di Educazione alla cittadinanza attiva e alla responsabilità.
8. Per E!STATE LIBERI! – l’Organizzazione di LIBERA, Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie, che coordina l’attività nei Campi di LIBERA TERRA – da qualche anno porto concerti e conduco i Laboratori presso i Beni confiscati alle mafie in Sicilia, Calabria e Campania, incontrando e coordinando centinaia di ragazzi, giovani ed adulti provenienti da tutta Italia, partecipanti ai Campi di formazione e volontariato, che Libera attiva ogni anno.

9. La scrittura dei brani per il nuovo cd riporta ancora alla musica che abbia anche una funzione sociale, stavolta per una “canzone d’Autore vestita di jazz”. I contenuti raccontano disperazione e speranza, disagio collettivo, indifferenza e riscatto, e ricordano alcune vittime di mafia; scrittura musicale, esecuzioni acustiche ed arrangiamenti, articolati e raffinati, sono vicini al mondo del jazz, sia per la formazione strumentale (chitarra, pianoforte, contrabbasso, sax, tromba, batteria), sia per la presenza di affermati jazzisti

10. In cantiere: una RAPPRESENTAZIONE di Teatro-Canzone che raccolga le esperienze artistiche e d’impegno sociale degli ultimi anni; un LIBRO-DIARIO/CD in cui si racconteranno i viaggi non solo musicali attraverso le realtà delle Cooperative di LIBERA TERRA, in un percorso di diritti e dignità; un’ASSOCIAZIONE CULTURALE per la promozione del teatro-canzone civile.

Campagna su Musicraiser: http://www.musicraiser.com/it/projects/4000-di-notte-in-giorno

CONTATTI & SOCIAL

Sito web: www.alfonsodepietro.it/

Facebook: www.facebook.com/Alfonso-De-Pietro-293543544005482/?ref=ts

Youtube: www.youtube.com/user/alfonsodepietro7/

Twitter: @a_depietro