Archive | May 2018

FRANCESS: “SUBMERGE” è il nuovo singolo dell’artista italo-giamaicana estratto dall’omonimo album

L’oceano diventa metafora in un musica, in un trionfo melodico che combina a perfezione pop, blues e soul.

Francess

“Submerge” è il brano che dà il titolo all’album. L’atmosfera creata dall’arrangiamento ha guidato la scrittura del testo portando la cantante a riflettere su quella sensazione di impotenza che a volte si prova di fronte all’enormità della vita e che come un’onda ci sommerge.

«Ho raccontato l’esperienza di questo “dolce naufragar” descrivendo l’oceano prima come un re imponente e severo e poi come un accogliente ventre materno». Francess

Sul nuovo album:

«Fare musica è l’unico modo che conosco per esplorare e cercare di capire me stessa e il mondo. Sono circa otto anni che, seguita dalla squadra di Sonic Factory, cerco un’identità e il mio posto nel panorama musicale. Grazie a questa collaborazione ho avuto lo spazio, il tempo e il sostegno per crescere artisticamente e professionalmente. Ogni disco rappresenta una tappa di questo percorso: lo studio di registrazione e poi il palco sono i luoghi in cui mi viene data l’opportunità di raccontarlo». Francess

ETICHETTA: SONIC FACTORY

Radio date: 13 aprile 2018

Pubblicazione album: 4 maggio 2018

BIO

… there’s a feeling that I get from you” : chi per la prima volta sente la voce di Francess, sarà indelebilmente segnato nel proprio subconscio musicale. Un effetto del genere non si può né progettare né creare. La venticinquenne Francess rapisce l’anima con disarmante semplicità. È un dono.

Fin dall’inizio Francess, nome d’arte di Francesca English, vive in un mondo multiculturale, un particolare che influenzerà la sua musica in modo sostanziale. Nata nel 1989 a New York, figlia di padre giamaicano e madre Italiana, ha sempre posto l’arte e la musica al centro della sua vita: “Mi sono avvicinata alla musica da piccola… con una chiara tendenza a tutto ciò che è jazz, blues, soul, o che comunque affondi le radici nella cultura afroamericana …. mia nonna mi cantava le ninna nanne gospel quindi non poteva essere altrimenti …”.

Non solo musica; la sua gioventù è temporaneamente legata ad altre forme d’arte: frequenta prima il liceo artistico, poi l’Accademia di Belle Arti, ed infine lavora presso lo studio di uno scultore. Sono i produttori Mauro Isetti ed Egidio Perduca di Sonic Factory che riescono a riportarla alla musica grazie ad una fortissima intesa reciproca ed un intenso feeling artistico.

In questi anni il team si è concentrato sulla scrittura di brani originali di respiro internazionale, con sonorità pop blues soul, nei quali la calda voce di Francess si unisce al “sound mainstream” degli arrangiamenti. Man mano che il lavoro produttivo dava i suoi frutti i brani venivano proposti riscontrando un notevole successo tra il pubblico e tra gli addetti ai lavori. Francess ha vinto nel 2012 il Canevel Music Lab prestigiosissimo concorso italiano dedicato alla musica di qualità. Il concorso, che ha visto più di 500 iscritti, si è concluso al Teatro Nuovo di Verona e la giuria di qualità ha decretato Francess vincitrice del premio con il brano “Notes and words”; il tutto in un contesto musicale ed artistico di altissimo livello. Media partner della manifestazione è stata Radio Rai Uno che ha programmato il brano sul primo canale radiofonico italiano.

In campo discografico la produzione ha iniziato a muoversi sul fronte internazionale instaurando importanti contatti con Germania e Stati Uniti.

Interessante anche il riscontro che l’artista ha avuto in territorio francese: i singoli “Notes and words” e “The other half of me” nell’anno 2013 sono stati programmati da oltre 70 emittenti radiofoniche.

Il 2013 si chiude con Francess protagonista nelle musiche del film “Beyond Love” di Silvio Alfonso Nacucchi essendo autrice delle sei canzoni della colonna sonora ed interprete di due di esse.

Il 2014 vede l’importante accordo con Alberto Margheriti di Smilax Publishing per il lancio del primo album. Il team di produzione Isetti & Perduca di Sonic Factory ha infatti lavorato su 10 canzoni che presentano Francess da angolazioni diverse, facendo in modo che la raffinatezza degli arrangiamenti non perda mai di vista la forza commerciale dei brani. Il titolo del disco è APNEA.

I testi sono stati scritti interamente dall’artista – una conferma che il talento di Francess si esprime in vari modi.

Al primo impatto la personalità di Francess appare tutt’altro che estroversa: schiva, riservata, tranquilla, finché non si trova davanti a un microfono: già dalla prima nota avviene una metamorfosi profonda. E’ affascinante

Nel2016esce il disco A BIT OF ITALIANO, una raccolta di brani della tradizione musicale italiana riarrangiati e tradotti in inglese. Il progetto è nato dall’orgoglio per la cultura italiana e la voglia di rendere omaggio ad alcuni dei nostri grandi artisti. Il disco contiene anche un inedito chiamato GOOD FELLA che unisce le due lingue e le due culture di Francess. Oltre ad essere un’importante tappa nel suo percorso di crescita artistica e professionale, questo progetto permette a lei e alla squadra Sonic Factory di iniziare un’importante collaborazione con l’orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova. Con la regia di Paolo Micai, Francess, insieme all’orchestra, ha l’opportunità di girare il videoclip di Ma se ghe penso (M.Cappello) sul prestigioso palco del teatro.Grazie a questo bellissimo brano della cultura genovese, Francess conquista il pubblico ligure accompagnata dalla sua band e il quartetto d’archi del Carlo Felice in una serie di concerti estivi in cui la musica tradizionale e le sonorità moderne si incontrano sullo stesso palco.

Contatti e social

Facebookwww.facebook.com/FrancessItalia/

Instagramwww.instagram.com/francess_italia/

www.francess.eu

Sito Etichetta: www.sonicfactory.it

Advertisements

VERONIKA: “NON CI SARÒ” è il nuovo singolo della cantautrice pop finalista di Area Sanremo 2018

Dopo l’esperienza ligure arriva un brano caratterizzato da un sound electro-pop che mischia il classico all’elettronico.

VERONIKA

Il pezzo, registrato allo studio Q dei Pooh a Milanocon gli esperti Alberto Roveroni e Antonio Nappo, vanta la collaborazione di musicisti come Phil Mer, Lucio Enrico Fasino, Kenneth Bailey e Fulvio Sigurtá.Gli arrangiamenti di “Non ci sarò” sono di Phil Mer, uno dei più famosi batteristi italiani, figlio di Red Canzian.

Il testo, scritto da Veronika in collaborazione con l’autore romanoFabrizio Sparta, parla di una storia d’amore che, continuando nel tempo tra abitudine e ipocrisia, è poi svanita lasciando la cenere di un fuoco spento.

«Purtroppo spesso gli occhi non vedono, oppure non vogliono vedere, così ci si può perdere in una relazione che in realtà è già finita da tempo e si trascina a stento nella quotidianità. Noi donne spesso abbiamo un campanello d’allarme che ci viene in aiuto in queste situazioni, ma bisogna ascoltare sé stessi, fidarsi del proprio intuito, aprire gli occhi e prendere atto della realtà che stiamo vivendo, così si può magari migliorare e cambiare la vita in meglio. Ci sono però persone così attaccate alla propria quotidiana monotonia relazionale che non si accorgono della stessa e, un’ occhio esterno magari di un amico fidato, può essere d’aiuto per allargare la propria visione delle cose.» Veronika

Il videoclip porta l’occhio dentro luoghi esterni ed interni quasi come a voler creare un contrasto, tra passato e presente, tra ricordi e realtà. Il finale sottolinea il cambiamento e anche l’unica certezza del futuro.

Radio date: 27 aprile 2018

Autoproduzione

Bio

Veronica Di Lillo, in arte “Veronika”, è una cantautrice e cantante pop. Si esibisce dal vivo con diverse formazioni per eventi di qualsiasi genere, dalle convention alle sfilate, dagli eventi fieristici agli eventi privati.

Veronika ha cantato in Friuli, Veneto, Trentino, Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Lazio, Svizzera, Slovenia…

Insegna canto moderno (metodo Vocal Care) in diverse scuole di musica e attua progetti musicali per la scuola primaria e per la scuola dell’infanzia. Inizia a studiare canto a 9 anni, Jessica Da Re diventa la sua insegnante. A 15 anni comincia a scrivere testi di canzoni e nel 2009, grazie al suo brano “La stanza dei non so”, consegue la vincita di alcune lezioni con la vocal- coach Danila Satragno al concorso “Il tuo canto libero”.

Ha preso parte al tour per la promozione del libro “Non chiedermi come sto ma dimmi cosa c’è fuori”, raccolta di foto e testimonianze di giovani pazienti del C.R.O. di Aviano. Il concerto per l’inaugurazione dell’Area Giovani è stato presentato in un servizio in onda su Rai Uno.

Veronika ha conseguito attestato di merito alla BIMM di Londra. Si è laureata in canto popular al conservatorio di Cuneo. Ha cantato come ospite al Festival Show, in eventi di Radio Birikina, Casa Sanremo 2017-2018, Casinò Perla, Fiera di Verona, ha duettato con Dennis Fantina, i Sonohra ed ha registrato i cori per Amici di Maria de Filippi 2017.

Non ci sarò” e “Meglio sola” sono due dei tre singoli composti da Veronika con arrangiamenti di Phil Mer. Ogni brano racconta un’esperienza personale vissuta, in cui il pubblico può rispecchiarsi e rivivere quella sensazione, quel momento, della propria vita. Su richiesta del Burlo di Trieste, ha interpretato “La vita è qui”, brano composto da Christian Rigano accompagnato da un videoclip su Youtube. Veronika dopo aver superato diverse selezioni, è arrivata tra i finalisti di Area Sanremo 2018.

Contatti e social

Facebookwww.facebook.com/veronikadilillo/

Instagramwww.instagram.com/veronika91/

Youtube http://www.youtube.com/channel/UCEsx14HmOwKhtm2fq32C0Nw

Itunes
itunes.apple.com/…/al…/non-ci-sarò-single/1365501908

Spotify
open.spotify.com/album/5n2dNns16KxUh7ZsyK3u7r…

Google Store:
play.google.com/store/music/album…
Amazon:

www.amazon.it/…/B07BS39BF9/ref=cm_sw_r_wa_awdb_c_e0…

 

BOB BALERA: “CELENTANO” è il nuovo pezzo estratto dall’album “È DIFFICILE TROVARSI”

Il lucido e provocatoriamente ironico ritratto di una delle più grandi icone musicali italiane di sempre, viene dipinto musicalmente dal progetto elettro-pop di Romeo Campagnolo. 

Un brano citazionista, un omaggio all’estetica del molleggiato periodo beat, alla sua ironia pungente nel raccontare storie d’amore, nella musica come nel cinema, al suo stile iconico che ha segnato un’epoca. Filtrato dalla lente dei BOB BALERA con l’augurio di non indispettirlo.

Il pezzo è tratto da “È difficile trovarsi”, l’album d’esordio del progetto musicale capitanato da Romeo Campagnolo, ex leader dei Solaria, registrato e prodotto presso il Soviet Studio di Cittadella (PD) da Matteo Marenduzzo.

Instabilità dei rapporti sentimentali, amori non corrisposti, sguardi nostalgici e pollo agli anacardi, vengono sviscerati in un disco agrodolce dall’ascendente carismatico.

 

DICONO DI LORO

«Un gradevolissimo esempio di electro pop all’italiana». Blow Up

«Sembra esserci un po’ di tutto in questo progetto che di varietà ed eclettismo fa il suo cavallo di battaglia, riuscendo il più delle volte a districarsi bene». Rockerilla

«C’è bella melodia che accarezza testi assai ricchi di sex appeal […] è davvero un bel disco». Just Kids Magazine

«Un album che mescola sapientemente rock ed elettronica […] un ottimo esempio di rock elettronico che vi farà tornare alla mente i Subsonica dei tempi migliori». Onda Musicale

 

ETICHETTA – Dischi Soviet Studio

RADIODATE- 22 MAGGIO 2018

 

BIO

Bob B. è un progetto elettro-pop presente da almeno un decennio nella mente di Romeo Campagnolo, cantante dai capricciosi trascorsi rock (fu leader dei Solaria). Col susseguirsi delle stagioni, una serie di volenterosi e talvolta talentuosi personaggi, lo aiuta a mettere in musica alcune sue vecchie e nuove suggestioni. A ridosso del 2014, Bob Balera diventa una vera e propria band e pubblica il singolo “Giorni da Cicala”, nonché la b-side “Rimbalzi”. Dopo cambi di formazione, gite al mare, avvelenamenti, ritorsioni, processi, scandali, ritiri spirituali e bonifiche dentarie, la band dà alle stampe l’album “E’ difficile trovarsi”, che forse ne segnerà il declino. Monsieur Campagnolo è affiancato da Matteo Marenduzzo (Soviet Ladies, Riaffiora), Antonio Marco Miotti (MiSaCheNevica, Disfunzione), Filippo Pietrobon e Jacopo Monegato (Masca, Masca).

 

Contatti e social

SPOTIFY – open.spotify.com/album/3vCU8k54tE8BH7z7YOTqJC

ITUNES – itunes.apple.com/us/album/e-difficile-trovarsi/id1222887611
YOUTUBE – www.youtube.com/user/DischiSovietStudio
WEBSITE – www.bobbalera.it/
WEBSITE LABEL – dischisovietstudio.it/

MUNICIPALE BALCANICA: “TRANSYLVANIA PARTY HARD” è il singolo che celebra i 15 anni di attività della band pugliese

Un’attitude melodica world fusion si mescola ad un tocco carismatico goliardico e autoironico in un pezzo che gioca con gli stereotipi sociali.

“Transylvania Party Hard”è ispirata da una sorta di “humour deviato” in stile “Famiglia Addams”.Un mefistofelico Virgilio conduce una normale, timida ragazza nei meandri della notte tentandola ad abbandonare la solita vita per entrare in quella che lui chiama “aristocrazia della notte”, che vive nell’oscurità e irride la normalità. Questo personaggio, per quanto paia diabolico, mostra come i valori di questa “aristocrazia della notte” siano tutt’altro che oscuri e malefici, anzi essi sono intrisi di libertà, consapevolezza, voglia di vivere intensamente: quella che inizialmente sembra una oscura tentazione è in realtà l’invito a una sana ribellione contro gli schemi che rendono grigia la vita alla luce del giorno.

Il sound della Municipale si è fatto più diretto e asciutto aggiungendo anche l’uso dell’elettronica, mentre la sua line up resta invariata ormai da oltre dieci anni facendo eccezione per il batterista:

Ai suoni delle nostre origini abbiamo certamente unito col passare del tempo tante contaminazioni, e pensiamo che sia una buona formula, non solo per la musica, quella di essere consapevoli della propria identità ma non bloccarsi mai in una chiusa e oltranzista chiusura alle novità. Del patrimonio musicale tradizionale in cui siamo cresciuti ci piace l’eterna vivacità e non la ridondanza con cui spesso viene riproposto. Abbiamo avuto la fortuna di viaggiare tanto e interagire con musicisti di varia provenienza geografica, da ogni esperienza abbiamo tratto qualcosa che è confluita nella nostra musica.”MB

Nell’approccio musicale resta un tocco goliardico, e autoironico, che si vede in “Transylvania Party Hard” e nel suo divertito gioco sugli stereotipi. Negli anni la Municipale Balcanica, per il nome e l’irruenza live, è diventata unriferimento per scena “balkanpur avendo principalmente svolto la sua attività e costruito la sua carriera nei principali jazz festival italiani ed europei:

Siamo fieri del ruolo di padrini del genere, ma la nostra musica è partita da una onesta e spontanea lettura della storia e della geografia della nostra terra. Abbiamo assimilato le influenze culturali delle migrazioni che abbiamo vissuto nella nostra Puglia e le abbiamo unite alla nostra origine fatta di banda tradizionale innamorata delle marce classiche e del melodramma operistico. Il concerto della MB resta divertente e scatenato ma nei dischi in studio c’è tanto di più. I nuovi pezzi dimostrano come della appartenenza rigida a un genere fondamentalmente non ci importa nulla, ci interessa avventurarci continuamente e restare liberi piuttosto che consolidare una “fanbase” rischiando di diventare la parodia di noi stessi. “Transylvania party hard” e la sua ironia sugli stereotipi racconta anche un po’ questo.” MB

 

La presentazione ufficiale con un evento concerto gratuito è prevista per il 6 Aprile, presso il “MuHa Spazio alle arti”, il laboratorio urbano che proprio la Municipale Balcanica (Associazione culturale) gestisce nella sua città d’origine Terlizzi in Puglia; in seguito si andrà alla definizione delle date del tour estivo, dato che proprio l’attività live è sempre stata la vocazione principale della band che ha raggiunto quota seicento.

Autoproduzione

Track Length 03:36

Radio date: 30 marzo 2018

Il brano è stato registrato e mixato al MAST Recording Studio di Bari mentre il mastering è stato realizzato da John Webber ai prestigiosi AIR Studios di Londra di George Martin ex produttore dei Beatles.

La Municipale Balcanica è composta da:

Armando Giusti: alto sax

Michele de Lucia: clarinet

Giacomo de Nicolo: drums

Nico Marziale: percussion & synth

Raffaele Piccolomini: tenor sax

Giorgio Rutigliano: electric bass

Paolo Scagliola: trumpet

Raffaele Tedeschi: electric guitar and voice

BIO

La Municipale Balcanica è stata fondata nel 2003 da Nico Marziale, Paolo Scagliola e Raffaele Piccolomini.Nel 2004 la MB realizza il demo “Con-tradizione” che in brevissimo tempo diventa sold out. Dopo una consistente attività live (circa 200 concerti) pubblica il suo primo disco nel 2005 con l’etichetta italiana Ethnoworld. L’album di debutto è “Fòua”,nel quale la MB avvia una vivace e profonda sintesi tra sonoritàworld musice quelle più radicali e calde della sua terra d’origine, la Puglia, nel Sud Italia. Il disco diventa subito conosciutissimo non solo in Italia ma anche e soprattutto all’estero dove le reinterpretazioni di alcuni celebri pezzi della tradizione yiddishhanno reso la Municipale una nuova realtà della scena internazionale della world music. La prestigiosa rivista internazionale Folk World, valuterà l'”Hava Nagila” della MB come “una delle migliori interpretazioni ascoltate tra le migliaia degli ultimi trent’anni“. L’approccio alle antiche melodie è originale e distintivo, perché ciascun componente possiede una formazione e una cultura musicale molto personale e tutt’altro che omogenea rispetto agli altri. Così le influenze del rock, del jazzpiù libero e della sperimentazione sono coinvolte in melodie orasuadenti ed esotiche, ora frenetiche e folli. Nel 2006 la MB si assesta nella sua formazione definitiva.Nel 2008 dopo circa 400 concerti, evolvendo il suo suono, la Municipale Balcanica pubblica Road to Damascusper l’etichetta Felmay (Egea distr.). 2009 la Municipale collaborando con l’ambasciatore italiano in Turchiae con l’istituto italiano di Ankara, ha tenuto tre concerti nella capitale turca. Nel 2010 MB ha ripreso il progetto “Tra Sponde”che vede l’incontro-scontro sul palco con La Kocani Orkestar esibendosi tra le altre a Ravenna Jazz e Berlin Jazz Fest. Nel Giugno 2012 esce il nuovo disco OFFBEATpromosso con il sostegno di Puglia SOUND. Nel Novembre 2012 MB vince il concorso di “Repubblica XL” come band pugliese più votata.Nel 2013 il tour della Municipale Balcanica tocca Austria, Brasile, Francia, Ungheria (Sziget). A fine 2013 la Municipale inizia unacollaborazione con Roy Paciche l’ha portata a fare diversi concerti anche nel 2014. Il 2015 della Municipale Balcanica inizia sui palchi italiani ed esteri sfiorando i 500 live in carriera. Ci sono state collaborazioni musicali con Adriano Bono (ex Radici nel Cemento) e Manu Chao. Nel 2015 la Municipale Balcanica ha instaurato collaborazioni anche al di fuori dell’ambito musicale, in particolare in quello cinematografico. C’è infatti la MB nella colonna sonora de “La bugia bianca”, il premiato film di Giovanni Virgiliosulle conseguenze della guerra nella ex-Jugoslavia. Inoltre le musiche della Municipale sono state usate dall’ atleta medaglia d’oro alle olimpiadi di Nanchino, la russa Irina Annenkova dopo che già nel 2006 erano state usate da Alexandra Merkulova. Nel 2017 La Municipale è volata in Scozia ed ha condiviso il palco con Iggy Pop.

Contatti e social:

Website:www.municipalebalcanica.it

YouTube:www.youtube.com/c/MunicipaleBalcanica

Twitter:twitter.com/municipalebalca

Instagram:www.instagram.com/municipalebalcanica

SoundCloud:soundcloud.com/municipalebalcanica

Lastfm:www.lastfm.it/music/Municipale+Balcanica

Facebookwww.facebook.com/municipalebalcanica

Il singolo è su:

Spotify:spoti.fi/2pAR2Mn

iTunes:https://apple.co/2pGUogW

Google Play Music: /bit.ly/2GP6Vak

Amazon Mp3: www.amazon.it/dp/B07BLSH8ZT/

Deezer:bit.ly/2HYvXmz

 

TANARO LBERA TUTTI 2018: PARCO TANARO di ALBA (CN) 13/14 luglio 2018

2 GIORNI E 21 CONCERTI LIVE. Ingresso gratuito

Tanaro Libera Tutti giunge alla quarta edizione, caratterizzata dall’hashtag #PROUDLYSUBURBAN, a ribadire l’orgoglio della provincia quale luogo carico di vigore artistico e culturale.

Musica, laboratori artistici e appuntamenti dedicati ai più piccoli sono gli ingredienti essenziali del Festival che negli anni ha raccolto un consenso crescente di pubblico, diventando un appuntamento di richiamo non solo per la provincia di Cuneo. Il tutto nella cornice naturalistica del Parco del Tanaro, riserva naturale che dalla prima edizione ospita la manifestazione.

Due palchi dedicati a svariati generi musicali animeranno la due giorni di Tanaro Libera Tutti dalle 21.00 di venerdì all’alba di domenica. Uno spazio particolare è il SUBURBAN AFTERNOON novità di questa edizione, dedicato interamente alle band del territorio, testimonianza della vivacità artistica della provincia cuneese.

Ex-Otago, Willie Peyote, Bugo, Eugenio in via di gioia, The Sweet Life Society, LNRipley sono solo alcuni degli artisti che sono stati protagonisti sul palco di Tanaro Libera Tutti nelle scorse edizioni. Quest’anno il festival propone alcuni dei nomi più interessanti della scena Indie e Rap italiana.

TANARO LIBERA TUTTI 2018

venerdì 13 luglio

APOLLO STAGE

INCANTASTORIE
LA NOTTE (vincitori critica Premio Buscaglione 2018)

BIANCO

SELTON

AVANZI DI BALERA dj set

SPUTNIK STAGE

BLACK MUSIC NIGHT

ROOTZ FLAVA

ENSI ft. Dj Mad Kid

sabato 14 luglio

APOLLO STAGE

DISH + ASTOR NOVAS

MURUBUTU

CLAVER GOLD

NINOS DU BRASIL

SPUTNIK STAGE

SUBURBAN AFTERNOON

Festival delle band del territorio

MAY DAY 
ENDLESS FALL

JOHN BOY WALKER AND THE GIBAS

XYLEMA

JOE

ELETTROPOP STAGE

LIEDE

ELSO

LE MANDORLE

TI AMO dj set

AFTER PARTY

DEMONOLOGY Hi-Fi (Max Casacci e Ninja from Subsonica)

____________________________________

ALTRI EVENTI

TANAREIDE
Iperviaggio sul fiume «Tonante»

Tavola rotonda sul fiume Tanaro:
gli asteroidi e la zattera, la pesca e canapa. Il Tanaro come via d’acqua e linea di confine, tra valorizzazione e abbandono. 
In collaborazione con Lacasarotta e Chiamatemi Ismaele

LETTURE FENOGLIANE

in collaborazione con il Centro Studi Beppe Fenoglio, reading di alcuni dei passaggi più significativi dell’opera dell’autore albese

SPETTACOLO DI BURATTINI

la compagnia Burattinarte porta al festival, per la quarta volta consecutiva, il proprio teatro di figura, che ha suscitato notevole successo nelle edizioni precedenti, grazie anche ad ospiti internazionali

FIUME DI PAROLE

Laboratorio di scrittura fluviale a cura del collettivo letterario Chiamatemi Ismaele

PATROCINI E PARTNER

Comune di Alba

Fondazione CRC

COME ARRIVARE

IN AUTO

Da Torino: Torino-Savona (SP29) fino ad Alba

Da Cuneo: SS231 fino ad Alba

Da Milano: A7 fino a Tortona, E 70 fino ad Asti, A 33 fino ad Alba

Da Genova: E25 fino ad Alessandria, E 70 fino ad Asti, A 33 fino ad Alba

PARCHEGGIO

Limitrofi all’area disponibili tutti i parcheggi cittadini

IN TRENO

Da Torino PS: un treno ogni ora fino alle 19.35

Da Cuneo: Due treni l’ora, con cambio a Carmagnola o Cavallermaggiore, fino alle 19.25

Da Milano: cambio a Torino PS

Da Genova: cambio a Torino Lingotto

CAMPEGGIO

Campeggio allestito all’interno del parco che ospita la rassegna, all’interno di una struttura sportiva comunale che garantisce docce e servizi igienici.

CONTATTI e SOCIAL

Sito Web: http://www.tanaroliberatutti.com

Facebook: facebook.com/tanaroliberatutti

Instagram: instagram.com/tanaroliberatutti

FANS OUT 2018: Festival di performance artistichea Nizza Monferrato ( AT ) sabato 23 giugno 2018

Fans Out 2018 CS.docx

Piazza Martiri di Alessandria e centro storico

Terza edizione per FANS OUT, il festival di performance artistiche completamente gratuitoche anima il centro storico Patrimonio Unesco di Nizza Monferrato (AT)

“Fai un salto”, nella lingua del nostro territorio. FANS OUTè questo: un salto nelle diverse forme di cultura e di intrattenimento. Partendo dalla musica e passando per le arti visive. La contemporaneità vissuta attraverso i linguaggi dell’arte, ricercando un modo di stare insieme, fare comunità, dare valore ad un territorio.

MUSICA

Palco Tak(e) a banda – Piazza Martiri di Alessandria

RON GALLO (USA)

Palco Tak(e) a banda

inizio ore 23

Prima data del tour italiano per il rocker di Filadelfia (Pennsylvania),che con grande ironia e bellezza porta il suo sound densamente garage-rock sul palco di Fans Out, reduce dal successo del primo album “Heavy Meta” uscito lo scorso anno. Il suo show è eletto dalla rivista musicale “Pastemagazine” come una delle 17 migliori performance a livello mondiale, a fianco di artisti del calibro di Roger Waters (Pink Floyd) e Radiohead. Nel 2018 calcherà i palchi di alcuni dei festival musicali più importanti al mondo dal Coachella Festival (USA) al Bonnaroo Festival (USA).

EUGENIO IN VIA DI GIOIA

Palco Tak(e) a banda

inizio ore 22

Eugenio Cesaro, Emanuele Via, Paolo Di Gioia e Lorenzo Federici, meglio conosciuti come gli Eugenio in Via di Gioia insieme diventano musicisti, attori, interpreti, armonizzando piacevolmente un suono altrimenti incompleto. La band torinese arriva sul palco del Fans Out forte del successo del secondo album “Tutti su per terra”, in bilico tra cantautorato e nu-folk con testi ironici che giocano con le parole, ma lanciano un messaggio chiaro.Chiunque li abbia visti dal vivo almeno una volta ne è rimasto colpito, provare per credere.

MANITOBA

Palco Tak(e) a banda

inizio ore 21

I Manitoba sono Giorgia Rossi Monti e Filippo Santini, un duo nato come progetto acustico che si trasforma in una band alternative rock con influenze elettroniche. Il 9 marzo scorso è uscito il loro album di debutto “Divorami” dopo una lunga serie di concerti che li ha portati ad aprire i live di Franz Ferdinand, Motta, Marco Mengoni, The Zen Circus e Fast Animals and Slow Kids.

MUSICA

Palco Cheat ma(n) Boon – VIA PIO CORSI

SABER SYSTÈME

Palco Cheat ma(n) Boon

inizio ore 20

Gruppo cuneese che affonda le proprie caratteristiche nella varietà di lingue scelte per il cantato. Occitano, francese, spagnolo e dioula dall’Africa Occidentale si colorano di sonorità che prendono sia dalla musica delle tradizioni, come dall’elettronica e dal pop.

EDOARDO CHIESA

Palco Cheat ma(n) Boon

inizio ore 19

Con il nuovo album “Le nuvole si spostano comunque” uscito ad aprile 2018 arriva sul palco del Fans Out il cantautore Edoardo Chiesa. La promozione del suo primo disco lo ha portato in tour per il tutta Italia in circa 100 date, aprendo i concerti di Francesco Tricarico, Ettore Giuradei, Egle Sommacal, Bandabardò e partecipando al festival Collisioni, all’evento Repubblica Next di Genova e all’Imperia Unplugged Festival condividendo il palco con Ermal Meta.

JACOPO PEROSINO

Palco Cheat ma(n) Boon

inizio ore 18

Nel 2017 esce il suo primo album solista, “Retrò”, con la collaborazione di Paolo Penna e Giulio Rosa (già collaboratore di Roy Paci, Vinicio Capossela, Bandakadabra, ecc.) e la produzione artistica di Fabrizio “Cit” Chiapello presso lo storico Transeuropa Recording Studios di Torino, ma Jacopo Perosino nel 2015 aveva vinto con “Levante” il premio “Colline di Torino- InediTo”, nella sezione testo-canzone, poi premiato al Salone del Libro di Torino. Presenterà la sua operà in anteprima proprio a Fans Out.

EVENTI

FIERA DEL VINILE

Dalle ore 16.00 verrà allestita per le vie del centro storico Nicese una Fiera Del Vinile organizzata da Vinile Alessandria – Mostra del disco usato e da collezione.

DESIGN IN STRADA

Stand e bancarelle di giovani designer locali e non per una sferzata di geniale follia alle vie del centro storico.

STREET “NIZZA” FOOD

Specialità piemontesi proposte dai locali in versione Street per una serata all’insegna del gusto.

____________________________________

CON IL PATROCINIO DI

Associazione Beni Italiani patrimonio Mondiale Unesco

Comune di Nizza Monferrato

Provincia di Asti

Regione Piemonte

PARTNER

HANGAR re-inventare il futuro

OUTSIDERS webzine

Enoteca regionale di Nizza

COME ARRIVARE

IN AUTO

Da Genova: Prendere l’autostrada A26 in direzione Alessandria, uscire ad Alessandria SUD seguire le indicazioni per Acqui Terme/Canelli/Nizza Monferrato.

Da Torino / Asti: Prendere l’autostrada A6 in direzione Piacenza / Genova, prendere l’uscita Asti EST, seguire le indicazioni Alba/Cuneo sulla SS231 prendere l’uscita SP 456 verso Canelli/Nizza Monferrato.

Da Milano / Alessandria: Prendere l’autostrada A7 in direzione Genova, prendere l’uscita A21 verso Torino/Gravellona Toce, prendere l’uscita Alessandria SUD/Genova seguire le indicazioni per Acqui Terme/Canelli/Nizza Monferrato.

Da Alba: Prendere l’autostrada A33 in direzione Asti/Alessandria/Torino, prendere l’uscita ad Isola d’Asti verso Nizza Monferrato/Canelli, continua su strada provinciale SP 456 in direzione Nizza Monferrato.

PARCHEGGIO

Il punto più comodo per parcheggiare è Piazza Giuseppe Garibaldi.

Altri parcheggi sono in Piazza XX settembre e nel Piazzale Giovanni Falcone.

IN TRENO

A causa della mancanza di collegamenti ferroviari durante i giorni festivi solo chi ha intenzione di passare tutto il fine settimana a Nizza o ha un modo alternativo per tornare a casa può utilizzarlo per venire al concerto.

CONTATTI e SOCIAL

Sito Web:www.fansout.it

Facebook:facebook.com/fans.out.nizza/

Instagram:instagram.com/fansoutfestival/

RIFF RAFF with SIMON WRIGHT live al Druso di Ranica (Bg) venerdì 1 giugno

La carica dei Riff Raff, storica tribute band degli AC/DC, farà tappa al Druso di Ranica insieme a un ospite d’eccezione come Simon Wright, batterista degli ACDC e dei DIO.

Druso.docx

Clicca qui per info orari e dettagli

Simon Wrigth è entrato poco più che ventenne in una delle più grandi hard rock band del mondo come gli AC/DC rimanendoci dal 1983 al 1989. Ha suonato anche con Rhino Bucket, UFO e con i DIO dei quali ha fatto parte fino al loro scioglimento nel 2010 partecipando agli ultimi lavori in studio “Killing the Dragon” (2001) e “Master of the moon” (2004), più alcune raccolte e un album live. Sarà in Italia per pochissime date, tra cui quella al Druso di Ranica.

Il tributo milanese ad una band che ha venduto più di 200 milioni di dischi nel mondo, nasce alla fine del 1997 grazie a Luigi Schiavone, storico chitarrista di Enrico Ruggeri, che ha fondato i RIFF RAFF e vi ha militato per più di cinque anni. Oggi è Edo Arlenghi, cantante della band, a continuare a portare la musica degli AC/DC nei locali con una formazione che dal 2007 resta invariata. A  partire da album come “High voltage”, disco d’esordio degli AC/DC del 1975, fino ai più grandi classici eseguiti come nelle più famose performance live, proposti in questo omaggio ad una delle band più importanti del rock mondiali.

Il Druso è un progetto che nasce nel 2007 inizialmente con piccoli concerti, salvo poi diventare negli anni uno tra i migliori club di musica dal vivo italiani. Con alle spalle migliaia di live continua la sua attività culturale ed artistica portando a Bergamo artisti di fama nazionale ed internazionale. Due le rassegne in particolare IndieDruso & BlackDruso. La prima diffonde la musica indipendente e d’avanguardia nazionale ed internazionale. La seconda, Blackdruso,  strizza l’ occhio ai più giovani e al mondo della musica hip-hop & rap.

Contatti e Social

Facebook

http://www.drusobg.it

Ufficio stampa

Astrid Serughetti – astrid@laltoparlante.it – 347.7573624