Archive | eventi RSS for this section

SU LA TESTA 2017: TUTTI I SEGRETI NELLA CONFERENZA STAMPA DEL 1° DICEMBRE DEL FESTIVAL DI ALBENGA

su la testa 2017

Venerdì 1 dicembre alle ore 11.00 presso la Sala degli Stucchi del Comune di Albenga si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della nuova edizione del Festival Su La Testa che si terrà il 7, 8 e 9 dicembre presso il Cinema Teatro Ambra di Albenga.

Presenti il presidente dell’Associazione Culturale Zoo, promotrice dell’evento, Davide Geddo, il Sindaco Giorgio Cangiano, il vice sindaco Riccardo Tomatis e l’assessore al turismo e alla cultura Alberto Passino.

Programma delle tre serate:

Giovedì 7 Dicembre: L’Aura, Blindur, Hugolini e Perturbazione.

Venerdì 8 Dicembre: Pan del diavolo, Jono Manson – Jaime Michaels – Radoslav Lorkovic, Seawards e Ginevra Di Marco.

Sabato 9 Dicembre: Giua, Paolo Benvegnù, Fede ‘n’ Marlen e Statuto.

Confermate le collaborazioni con i Fiuei dei Caruggi e lo Zonta Club che offrirà le rose come messaggio contro la violenza sulle donne.

Si prosegue con il programma dei pomeriggi del festival:

Venerdì ore 17.30 a Palazzo Scotto Niccolari l’incontro “Su la testa! Oltre le frontiere…” incontro con la reporter Valentina Tamborra che presenta il progetto “La sottile linea rossa” con la collaborazione di “Medicins Sans Frontiers”. Partecipano all’incontro gli artisti Edoardo Chiesa e Mauro Pinzone. La sera alla ore 21 al Teatro Ambra la seconda serata del festival Su la testa. Tra gli ospiti Ginevra Di Marco, Il Pan del Diavolo, Jono Manson , Jaime Michaels, Paolo Ercoli, Radoslav Lorkovic, i Seawards. Presentano Lorenza Bertoglio, Fabio Vosilla e Alberto, il Cala, Calandriello.

Sabato alle ore 17.00 l’incontro “L’arte che gira intorno” con l’associazione Kronoteatro (vincitrice del Premio Pisani 2017) e altri artisti tra cui Ginez e Roberta Monterosso oltre che Maurizio Cardillo, reduce da un’esperienza nello Sri Lanka da cui nascerà un libro.

Svelati anche i presentatori delle serate, come sempre scelti tra i soci dell’Associazione Zoo: Lorenza Bertoglio, Fabio Vosilla e Alberto, il Cala, Calandriello.

I biglietti del festival sono in vendita presso la libreria San Michele, ad Albenga e sul sito eventbrite.it.

Lo spettacolo inizierà alle ore 21.00.

Facebook: https://www.facebook.com/pg/FestivalSuLaTesta/about/?ref=page_internal

Mail: zooalbenga@gmail.com

Advertisements

FABRIZIO BORGHESE “DO DI MATTO” esce domani il disco in chiave rock del cantante napoletano

Sonorità anni ‘70 alternate all’asprezza melodica del grunge anni 90 per un album dall’animo romantico e graffiante allo stesso tempo.

Do di matto” affonda le proprie radici nel blues, nella psichedelia anni ’70, nel progressive inglese e nel più recente mondo grunge. Non mancano riferimenti a band quali Led Zeppelin, Deep Purple e alle suite rock italiane i di gruppi quali BMS e PFM. I temi toccati ruotano intorno al concetto di amore analizzato in tutte le sue possibili dinamiche evolutive.

TRACK BY TRACK

. Identità – Il primo singolo estratto, un manifesto contro l’ipocrisia, che valorizza invece la scelta della propria essenza senza mai scendere a compromessi.

. Maledetto amore – un brano che fa l’occhiolino al classic rock anni ‘70 seppur arrangiato in chiave decisamente moderna.

. Libera – È un inno alla sensualità, alle vertigini ormonali del rolling eyes, dove l’uomo e la donna sono schiavi dei loro umori e delle loro voleri.

. Occhi di megera – Il pezzo strizza l’occhio all’acidità delle sonorità anni ‘90 rifacendosi a gruppi come pearl jam, sound garden.

. Pioggia – è un brano dall’insolito ritornello swing, che contrasta con la malinconia straziante del testo. La canzone parla della fine di un amore e del ricostruirsi dell’uomo abbandonato. Momenti di nostalgia si alternano a veri sbalzi d’orgoglio, in cui il protagonista non sa ancora da che parte porsi. È solo nella pioggia, ricorda la sua donna perduta ed affronta i demoni della malinconia, della lontananza, creando infine un suo nuovo io, una sua nuova personalità, risorgendo dalle ceneri e brandendo un metaforico fucile, riconoscendo un metaforico fucile, che lo proteggerà dalle delusioni future… più forte nell’animo, più forte nello spirito, finendo quasi per non riconoscersi più.

. La rosea aurora – Un brano che richiama le ballad anni ottanta. Immagini tenere di colori pastello. Il testo è struggente, con l’amore come unico protagonista.

. Vivere in eterno – Questo pezzo sembra invece sospeso nell’aria, quasi fuori contesto, come una melodia eterna che parla di un amore tragico e perduto, lontano eppur vicino.

T tu can un chiagne – unica cover presente, brano della cultura classica napoletana che ricorda le radici partenopee del cantante sangiorgese. Il brano è arrangiato in chiave puramente rock, preciso, la voce di Borghese è evocativa e ricorda gli shvà lunghi, quasi sospirati di un maturo Tim Buckley, fusi alla rabbia di un ancora arrabbiato e malinconico Eddie Vedder.

Pubblicazione album: 24 novembre 2017

Etichetta: Advice Muisc

BIO

Il percorso di Fabrizio Borghese ha origini lontane, quando, ad appena 8 anni, su un barcone ormeggiato all’isola di Vulcano, comincia a cantare con impostazione da tenore. L’adolescenza lo portò poi verso il rock psichedelico degli anni 70, cominciando a seguire i Pink Floyd, Led Zeppelin, tutto lo scenario del progressive inglese, e non disdegnando jazz, world music e blues.

Pubblica la raccolta di poesie, per la casa editrice “Europa edizioni” del gruppo “Albatros”, intitolata “DI’ NOTTE”.

Curriculum artistico

• 2003 A 19 anni, partecipa a Sanremo Rock con il brano “Il tempo che corre”

• 2004 Crea il gruppo rock “I TIRESIA”.

• 2010 Partecipa al “Festival di Castrocaro” con una cover di Zucchero (Miserere) arrivando in semifinale.

• Partecipa come corista all’opera “La Traviata” tenutasi nel Museo Diocesano in Napoli.

● E’ tenore solista nella Messa di Mascagni con il coro della maestra Pia Ferrara, eseguita nel Duomo di Napoli nel Natale 2008.

● Finalista al concorso lirico internazionale “Valerio Gentile” a Bari anno 2009.

● Vincitore di borsa di studio nella XV edizione anno 2009 del concorso lirico internazionale “Ritorna Vincitor” (sezione canzone napoletana) e finalista nella sezione lirica.

● Premiato come rivelazione dell’anno 2009 dall’associazione culturale “I COLORI DI NAPOLI” nell’ambito del Gran Galà svoltosi il 16 novembre 2009 al teatro Sannazzaro in Napoli col patrocinio della Regione Campania, Provincia di Napoli, Comune di Napoli e Unicef.

● Tenore solista al per il capodanno tenutosi a Villa Vannucchi in San Giorgio a Cremano nel gennaio 2010, 2011, 2012, 2014 con il patrocinio del comune di San Giorgio a Cremano.

• Vincitore del “Premio speciale giovani talenti” durante il primo concorso lirico internazionale “Augusto Zabaroni” di Mercato San Severino.

• 2011 Finalista al concorso lirico Augusto Zabaioni.

• 2012 Finalista al concorso lirico Francesco Albanese.

• 2014 Partecipa ad AREA SANREMO.

• Il 28 maggio 2014, in seguito alla candidatura sul web, tra circa mille partecipanti, viene convocato a Verona con altri 9 tenori, per la selezione finale per la partecipazione alla trasmissione Rai “UNA VOCE PER L’ARENA”.

• Partecipa alle selezioni di Italia’s got talent, di x Factor, Videofestival live, Tour music fest, arrivando solo alle semifinali.

• Nel 2017 produce il nuovo singolo “Identita” edito dalla ADVICE MUSIC.

. Dopo l’uscita del secondo singolo “Maledetto amore”, il 24 novembre 2017 viene pubblicato l’album dal titolo “Do di matto edito dalla ADVICE MUSICaccompagnato nella stessa data dal terzo singolo in uscita “Occhi di megera”.

Contatti e social

Facebook 
 Profilo Facebook

Instagram

Twitter 

Sito etichetta

  FILAGOSTO FESTIVAL DAL 1 AL 6 AGOSTO 2017 L’EDIZIONE NUMERO 15 DI UNO DEI FESTIVAL GRATUITI PIÚ ATTESI DELLA LOMBARDIA

cs_FILAGOSTO_2017

La grande novità dell’edizione 2017 è un festival nel festival. Il Filagosto ospita il METAL FOR MERGENCY l’appuntamento estivo con il metal internazionale.

Con

TOOTS & THE MAYTALS

LACUNA COIL

COEZ

GIOVANNI LINDO FERRETTI

METAL FOR EMERGENCY

Eluveitie + Nanowar of steel + Furor gallico + Sound storm

FAST ANIMALS AND SLOW KIDS

e ancora

JAKALA

SINHERESY

MOTEL NOIRE

CANOVA

COLOMBRE

I BOTANICI

VANARIN

NORSEMEN

Inizio concerti ore 21

Sabato 5 agosto inizio concerti ore 18

6 GIORNI E 17 CONCERTI LIVE

INGRESSO GRATUITO

Sarà ancora una volta il reggae ad aprire l’edizione 2017 del FILAGOSTO, quest’anno arricchito da un festival nel festival, ospitando nella giornata di sabato 5 agosto, alcuni dei principali gruppi della scena metal internazionale grazie alla partnership con il METAL FOR EMERGENCY. Per il resto la formula non cambia con 6 giorni consecutivi di concerti e un calendario che conferma l’animo eterogeneo e sperimentale di quello che in 15 anni è diventato uno dei più importanti appuntamenti estivi musicali del Nord Italia. La XV edizione si apre con un grande nome del reggae giamaicano come Toots & the Maytals, e prosegue con il dark rock dei Lacuna Coil una delle band italiane più apprezzate nel panorama internazionale, che quest’anno festeggia il ventennale dalla pubblicazione del primo Ep con “Enter the Coil – 20 years of Lacuna Coil”. Sul palco del FILAGOSTO anche un grande ritorno, per la quinta volta si esibiscono i Fast Animals and Slow Kids, band che lega parte del proprio successo proprio al festival bergamasco. Una prima assoluta in provincia di Bergamo è invece la presenza di Coez, uno degli artisti più interessanti della scena indie italiana, accompagnato dai Canova. Venerdì 4 agosto arriva una special guest come Giovanni Lindo Ferretti, nome storico della musica alternativa italiana che porta a Filago il suo “In concerto, a cuor contento”.

MARTEDì 1 AGOSTO

TOOTS & THE MAYTALS

in apertura JAKALA

MERCOLEDì 2 AGOSTO

LACUNA COIL

in apertura SINHERESY e MOTEL NOIRE

GIOVEDì 3 AGOSTO

COEZ

in apertura COLOMBRE e CANOVA

VENERDì 4 AGOSTO

GIOVANNI LINDO FERRETTI

SABATO 5 AGOSTO

ELUVEITIE

in apertura NANOWAR OF STEEL, FUROR GALLICO, SOUND STORM e NORSEMEN

DOMENICA 6 AGOSTO

FAST ANIMALS AND SLOW KIDS

in apertura I BOTANICI e VANARIN

Accanto alla musica, come sempre, la cucina e le commistioni culturali promosse da FILAGOGIOVANI, l’Associazione di Promozione Sociale che dal 2003 organizza il FILAGOSTO Festival. La cucina, che varia da quella tipica bergamasca, ai piatti vegani, alla pizza, agli intramontabili kebab e hamburger, arricchita da una preziosa selezione di dodici birre artigianali prodotte dai migliori birrifici della bergamasca, è uno dei punti di forza del Festival. A tutto questo si aggiungono gli stand di associazioni e il mercatino dei creativi per prodotti rigorosamente hand-made.

L’estate, il cibo e la musica, questi sono gli ingredienti immancabili di un festival amato dal pubblico che riconferma l’ingresso gratuito per tutte le serate.

L’Associazione FILAGOGIOVANI

Anima del FILAGOSTO Festival è l‘Associazione di Promozione Sociale FILAGOGIOVANI che per questi 15 anni ha lavorato alla kermesse facendola crescere in maniera esponenziale, senza dimenticare alcuni punti fermi che l’hanno resa un riferimento etico oltre che musicale. Gli obiettivi del festival sono sempre stati quelli di garantire un’offerta musicale varia, originale e di qualità, spaziando tra i generi musicali più diversi, promuovendo la musica indipendente italiana e dando l’opportunità a gruppi emergenti del territorio bergamasco – e non – di presentarsi al pubblico delle grandi occasioni.

Il FILAGOSTO Festival è senza scopo di lucro: una parte del ricavato autofinanzia l’organizzazione dell’edizione successiva, mentre la restante parte viene devoluta a sostegno di iniziative legate a realtà del territorio, così come a progetti internazionali. Persino la vendita delle magliette ufficiali del Festival è legata ad un progetto – Filagos..T-shirt – concorso indetto in collaborazione con gli istituti superiori del territorio per creare e selezionare la grafica 2017 e finanziare con il ricavato corsi di diverso genere per i ragazzi partecipanti.

Quest’anno il concorso si è liberamente ispirato alle tre figure femminili presenti nell’album “Sgt. Pepper’s Lonley Hearts Club Band” dei Beatles, di cui ricorre il 50° anniversario, ed ha coinvolto tutte le scuole d’arte di Bergamo e provincia: il Liceo Artistico Statale Giacomo e Pio Manzù, la Scuola d’Arte applicata Andrea Fantoni e l’ISS Caniana di Bergamo, oltre che il Liceo Artistico Simone Weil di Treviglio.

Il territorio è una risorsa estremamente importante per l’Associazione, che cerca di valorizzarlo il più possibile; la cucina ne è un esempio concreto, in quanto quasi interamente a KM 0.

L’associazione organizza inoltre, a partire dal novembre del 2015, una serie di “CineCene”, cineforum tematici accompagnati da cena o buffet.

GLI ARTISTI E LE EDIZIONI

Dal 2003 al 2015 a Filago, paese della provincia bergamasca, sono passate leggende e promesse della musica italiana. Sul palco del festival hanno suonato: Alborosie, Ky-Mani Marley, Morgan Heritage, Easy Star All-stars, Beres Hammond, Luciano, Israel Vibration, Bushman, Tarrus Riley, i The Locos (ex Ska-P), O’Zulu (99 Posse), Velvet, Motel Connection, Le Luci della Centrale Elettrica con Giorgio Canali, Ministri, Marta sui Tubi, Brunori SAS, Il Genio, Fast Animals and Slow Kids, Aprés la Classe, The Hormonauts, Andrea Rivera, Nobraino, The Zen Circus, Dente, Violante Placido con Lele Battista, Punkreas, Modena City Ramblers, Criminal Jokers, Selton, Nicolò Carnesi, Il Pan del Diavolo, I Cani, Verdena, Bandabardò, Giovanni Truppi, Bugo, Pinguini tattici nucleari, Tre allegri ragazzi morti, Il Teatro degli orrori, Derozer, Sadside Project, Bud Spencer Blues Explosion, Super Elastic Bubble Plastic, Lombroso, Jennifer Gentle, Peawees, Manges, Yo Yo Mundi, Los Fastidios, i Figli di Madre Ignota, L’officina della camomilla, L’orso, Dimartino, Lucio Corsi, Pornoriviste e molti altri.

COME RAGGIUNGERLO

Il FILAGOSTO Festival si tiene presso l‘Area Feste in via Locatelli 1 a Filago in provincia di Bergamo, vicino a Capriate.

Da Bergamo: asse interurbano in direzione Lecco, uscita Bonate dopo la galleria, alla rotonda gira a sinistra e prosegui per 5KM superando Madone. Svoltare poi a sinistra per il centro di Filago. Oppure A4 uscita Capriate

Da Milano, Brescia o fuori Lombardia: autostrada A4 Milano-Venezia, uscita Capriate, alla rotonda prendere la prima a destra ed entrate in Filago centro.

Dalla provincia di Milano: 3KM dopo il ponte di Trezzo sull‘Adda (Live Club), superato Capriate, alla rotonda dell‘autostrada prendere per Filago.

Dalla provincia di Lecco e Como: attraversate il ponte di Paderno d‘Adda e proseguite in direzione dell‘autostrada per meno di 8 chilometri.

Sui navigatori: è consigliabile indicare i grandi parcheggi che sono in via Don Belli 24 a Filago (BG) – Vi guiderà la protezione civile

MEDIA PARTNER

Radio Popolare – L’Eco di Bergamo – RadioWE – Non Sense Mag – Rock and More – Oca Nera – Roar il dinosauro – Cococi

SUPPORTER

Bergamo Suona Bene – Visit Bergamo – Turismo Bergamo – Frisco – Suono 1981

Contatti e Social

Sito web: http://www.filagostofestival.it

Facebook: facebook.com/filagosto

Twitter: twitter.com/filagosto

Youtube: youtube.com/user/FilagostoTV

Instagram: instagram.com/ filagostofestival

Referente ufficio stampa

Astrid Serughetti  astrid@laltoparlante.it

Valentina Seneci valentina@laltoparlante.it

PREMIO BINDI Annunciati gli 8 finalisti: Buva, Roberta Giallo, Antonio Langone, Lorenzo Marsiglia, Mizio, Molla, Andrea Tarquini, Luca Tudisca

Il festival organizzato dall’associazione Le Muse Novae con il contributo economico di SIAE, Comune di Santa Margherita Ligure e Regione Liguria, si terrà il prossimo luglio nei giorni 7-8-9 a Santa Margherita Ligure nell’Anfiteatro Bindi sotto la direzione artistica di Zibba. Quest’anno riserverà uno speciale omaggio a Ivan Graziani nel ventesimo anniversario dalla sua scomparsa.

bindi 2012 ne

Sono Buva, Roberta Giallo, Antonio Langone, Lorenzo Marsiglia, Mizio, Molla, Andrea Tarquini e Luca Tudisca i finalisti del Premio Bindi 2017.

Il Premio è uno dei festival italiani più importanti nel panorama della canzone d’autore emergente. Nasce nel 2005 da un’idea di Enrica Corsi con il contributo economico del Comune di Santa Margherita Ligure ed è ovviamente dedicato a Umberto Bindi.

Un evento formato da tanti piccoli tasselli: un appuntamento e una vetrina musicale per i nuovi talenti che si muovono nel panorama della musica e della canzone d’autore legata al territorio italiano, i quali partecipano al concorso che è il fulcro della manifestazione e che si tiene in una delle tre giornate del festival; un happening per la promozione di progetti di qualità; un’occasione per le nuove realtà musicali di confrontarsi su un palco prestigioso, davanti ad una giuria di esperti e di addetti ai lavori; un festival con ospiti di prestigio che si esibiscono nelle serate, a significare la continuità artistica tra artisti affermati e cantautori emergenti.

La storia del Premio Bindi è fortemente legata a due figure di spicco della musica italiana che sono state negli anni alla direzione artistica: Bruno Lauzi e Giorgio Calabrese, i quali hanno portato, con la loro personale storia artistica, credibilità, forza e valore ad un premio storicamente giovane ma fortemente incentrato su una passione autentica per la canzone d’autore, ritenendola parte integrante della storia e della cultura musicale del nostro paese.

Il Premio Bindi è inoltre un’occasione di incontro, di scambio e di crescita artistica per i nuovi talenti, che hanno la possibilità di incontrare, durante la manifestazione, musicisti professionisti, autori, giornalisti, critici musicali, manager, uffici stampa, promoter di eventi musicali a livello nazionale, molti dei quali presenti in giuria.

Caratteristica fondamentale del Premio Bindi è quella di non premiare una singola canzone ma l’artista nel suo complesso. Infatti ogni finalista, nella giornata dedicata al concorso, l’8 luglio, si esibirà due volte. Al pomeriggio proporrà due propri brani in versione acustica. Poi in serata, sul palco dell’anfiteatro Bindi, si esibirà con l’interpretazione di una cover di un cantautore italiano e di un proprio brano.

Le scorse edizioni del Premio sono state vinte da artisti che si sono spesso poi affermati nel mondo della musica: Lomè (2005), Federico Sirianni (2006), Chiara Morucci (2007), Paola Angeli (2008), Piji (2009), Roberto Amadè (2010), Zibba (2011), Fabrizio Casalino (2012), Equ (2013), Cristina Nico (2014), Gabriella Martinelli (2015), Mirko e il cane (2016).

Per l’edizione 2017, la giuria del Premio Bindi sarà come sempre composta da addetti ai lavori tra i più accreditati del settore. Ecco i nomi ad oggi confermati: Roberta Balzotti (Rai); Armando Corsi (musicista); Enrico de Angelis (giornalista e storico della canzone); Stefano De Martino (Premio Lunezia); Daniela Esposito (ufficio stampa); Guido Festinese (critico musicale); Elisabetta Malantrucco (RadioRai); Lucia Marchiò (La Repubblica); Francesco Paracchini (rivista L’Isola che non c’era); Paolo Pasi (Rai); Andrea Podestà (saggista e segretario di giuria); Massimo Poggini (giornalista/direttore Spettakolo.it); Maurizio ‘Rusty’ Rugginenti (Rusty Records); Paolo Talanca (Il Fatto Quotidiano); Margherita Zorzi (saggista). Inoltre ci saranno un rappresentante per la SIAE e Roberto Razzini, Managing Director di Warner Chappell.

PARTNER DELL’EDIZIONE 2017

Il Premio Bindi sarà sostenuto dal contributo del Comune di Santa Margherita Ligure, della Regione Liguria e della SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori.

Mainpartner: Warner Chappell Music Italiana.

Partner: Rusty Records, L’Altoparlante, UnipolSai Annichiarico Assicurazioni, Gruppo Albergatori S. Margherita Ligure e Portofino, Akamu, Storti Strumenti Musicali, Spettakolo.it.

Contatti e Social

www.premiobindi.com

www.facebook.com/premio.bindi

info@premiobindi.com

  #pistoia17 SABATO 17 GIUGNO 2017   LA MUSICA INVADE PISTOIA CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA CON LA FESTA DEI 1000 GIOVANI PER LA MUSICA anteprima della Giornata della Musica Europea

********

TRA I TESTIMONIAL PAOLO BELLI,

RICCARDO TESI E NICK BECATTINI

foto conferenza stampa Festa dei 1000 giovani per la Musica - Pistoia --.jpg

Dopo l’esperienza positiva realizzata nel 2016 a Mantova, sarà Pistoia, nell’anno che la vede Capitale Italiana della Cultura, ad ospitare sabato 17 giugno la Festa dei 1000 Giovani per la Musica, anteprima della Giornata della Musica Europea in programma in tutta Italia il 21 giugno e che lo scorso anno ha coinvolto 300 comuni e 9000 artisti.

L’iniziativa è stata presentata in conferenza stampa oggi, 1 giugno, a Pistoia presso Villa di Scornio, sede della Scuola di Musica “T. Mabellini”.

Sono intervenuti Elena Becheri (Assessore alla Cultura del Comune di Pistoia), Giordano Sangiorgi (MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti e Direttore artistico della Festa della Musica di Pistoia), che ha portato il saluto del Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, Rodolfo Sacchettini (Presidente Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale), Riccardo Tesi, tra i musicisti ‘testimonial’ della Festa e Massimo Caselli (Direttore della Scuola di Musica “Mabellini”).

Ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia, selezionati attraverso uno scouting di musica dal vivo realizzato a livello nazionale con i migliori giovani vincitori di festival e contest presenti nel Paese, si esibiranno nei palchi sparsi per la città e nei suoi spazi culturali, sociali e di solidarietà assieme a testimonial musicali e artisti di rilievo. Pistoia proseguirà così, dopo Mantova, un appuntamento destinato a diventare annuale: dallo scorso anno, infatti, l’Anteprima giovani della Festa della Musica si tiene di volta in volta, grazie al MiBACT, nella città eletta Capitale Italiana della Cultura.

Una grande kermesse organizzata da Casa della Musica di Faenza in collaborazione con Comune di Pistoia, Associazione Teatrale Pistoiese e con il sostegno di MiBACT, Siae, Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica.

Paolo Masini, Consigliere del Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini e Coordinatore Nazionale della Festa della Musica: “Torna la Festa della Musica e tornano i giovani protagonisti. L’appuntamento del MiBACT dopo Mantova sbarca a Pistoia. Una giornata, quella del 17 giugno, piena di colori e di note.Un aperitivo perfetto in attesa del grande appuntamento col solstizio d’estate che quest’anno sarà ricco di sorprese.”

Pistoia ha un’antica e gloriosa tradizione musicale – ha aggiunto Elena Becheri, Assessore alla Cultura del Comune di Pistoia – ma è anche una città in cui la musica vive, opera e si diffonde quotidianamente, grazie ad un tessuto cittadino straordinariamente vitale e alle tante realtà musicali di altissimo profilo che contribuiscono a portare il suo nome nel mondo. Pistoia è anche una città che guarda con attenzione e cura ai più piccoli e alle giovani generazioni. Per questo accogliamo con gioia questa Festa che viene ad arricchire un anno per noi così speciale”.

A fare da testimonial ai giovani e giovanissimi musicisti, Paolo Belli (che sarà alla Fortezza Santa Barbara, dalle ore 20.30, con la sua Big Band, in un evento live esclusivo e gratuito, a tutto ritmo) e altri musicisti di rango, entrambi pistoiesi, come Riccardo Tesi, tra i massimi esponenti della world music, Nick Becattini, straordinario bluesman, insieme ad alcuni emergenti dell’area blues italiana, il toscano Massimiliano Larocca in un significativo reading dedicato al poeta di Marradi Dino Campana, e una figura ‘storica’ di cantautore come Edoardo De Angelis, il folk singer Peppe Voltarelli, la band avant-prog Opus Avantra e la star indie-rock Dellera, già musicista degli Afterhours.

Tra le tante realtà che hanno aderito gratuitamente all’Anteprima della Festa della Musica anche il Pistoia Blues, la Fondazione Luigi Tronci e la Scuola di Musica Mabellini, che sarà presente con i suoi migliori Ensemble (il Mabe Lab World, guidato da Riccardo Tesi, docente della Scuola; il Mabellini Modern Ensemble; il Mabellini Duos, con le voci Francesca Pieraccini e Silvia Benesperi ed Aurelio Fragapane alla tastiera).

La giornata si aprirà alle ore 17 al Piccolo Teatro Mauro Bolognini con l’inaugurazione della mostra “Ritratti di Artisti Indipendenti” firmata da Andrea Spinelli. Dalle ore 18 Pistoia si trasformerà in un vero e proprio ‘palcoscenico diffuso’, con spazi attrezzati e riservati ai diversi generi: il giardino del Liceo Forteguerri (Indie-Rock), il cortile del Palazzo Comunale (Giovani emergenti e Area programmazione Rock), il loggiato della Biblioteca Forteguerriana (Musica d’autore), la Fondazione Tronci (Musica e letteratura) e il locale Megik Ozne.

Hanno aderito alla Festa dei 1000 Giovani della Musica anche la kermesse del Mei – Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza, il circuito della Rete dei Festival, i distributori di strumenti musicali europei del Cafim, Radio Bruno, il circuito di oltre 100 radio di Classic Rock On Air del giornalista Renato Marengo e  le riviste mensili di musica Vinile, Prog e Classic Rock.

Per saperne di più www.festadellamusica.beniculturali.it

 

 

 

AREZZO WAVE ULTIMA CHIAMATA PER TUTTE LE BAND EMERGENTI D’ITALIA

Si conclude a mezzanotte del 7 marzo la possibilità di iscriversi all’Arezzo Wave Band, il concorso gratuito più seguito d’Italia.

AREZZO WAVE

Il tempo sta per scadere, le iscrizioni al concorso chiudono alle 24.00 di oggi martedì 7 marzo 2017. Arezzo Wave infatti non si ferma al Festival che si terrà il 23 e 24 giugno a Milano, ma porterà gli iscritti in giro per l’Europa e per il mondo attraverso i gemellaggi con i principali Festival internazionali quali Eurosonic, Bime e molti altri. Inoltre, grazie a Doc Servizi, SIAE, TuneCore, L’AltopArlAnte e molti altri partner quest’anno ci sono tantissimi premi in palio.

Per iscriversi ad Arezzo Wave Band basta compilare l’apposito form all’indirizzo www.arezzowave.com/concorso-arezzo-wave-band-2017
L’iscrizione è gratuita!

Per Arezzo Wave Music School invece le iscrizioni scadono il 20 marzo e riguardano tutti i gruppi under 35 con almeno un componente delle scuole superiori italiane.


Testimonial d’eccezione:

Erriquez della Bandabardò https://youtu.be/YawwZVxj-Fs

Giuliano Sangiorgi (Negramaro) https://youtu.be/bZg7cktyMHM


Petra Magoni (Musica Nuda)
https://youtu.be/tY4786mrx2Q


Francesco Moneti dei Modena City Ramblers
https://youtu.be/3gtI23_lgjc


Peppe Servillo https://youtu.be/6DysGnLWs3w

Contanti e social:

Facebook https://www.facebook.com/ArezzoWave/?fref=ts

Aperto il bando 2017 del Premio InediTO – Colline di Torino

locandinabandoinedito2017b

L’unico premio per nuovi autori dedicato a tutte le forme di scrittura: narrativa, poesia, teatro, cinema e musica

Ritorna, dopo il successo di partecipazione e di critica della passate edizioni, il Premio InediTO – Colline di Torino 2017, giunto alla XVI edizione e bandito dall’Associazione culturale Il Camaleonte di Chieri (TO), confermando così l’attenzione che da molti anni riserva alle opere inedite in lingua italiana a tema libero.

La peculiarità del premio, che lo rende unico nel panorama nazionale, è di essere

dedicato a tutte le forme di scrittura attraverso sei sezioni: narrativa, poesia, teatro, cinema e musica.
Il concorso dà la possibilità ai vincitori, grazie a un ricco montepremi di 6.500 euro, di essere ospitati in festival e rassegne; di poter promuovere le proprie opere attraverso reading teatrali, produzioni cinematografiche e diffusioni radiofoniche e, per le sezioni Narrativa-Romanzo, Narrativa-Racconto e Poesia, di pubblicarle grazie al coinvolgimento di editori nazionali. Al premio negli anni hanno partecipato numerosissime opere (ben 670 nel 2016) provenienti non solo da tutto il territorio nazionale ma anche da varie nazioni di Usa, Europa, Australia e Asia e sono molti anche gli editori che hanno aderito alla pubblicazione o che hanno dimostrato vivo interesse verso i vincitori. InediTO può oggi contare anche sulla neonata casa editrice Il Camaleonte Edizioni, direttamente collegata al premio.

Il premio, diretto da Valerio Vigliaturo, per valutare le opere pervenute, può contare su una giuria di esperti presieduta dal poeta e scrittore Davide Rondoni e composta da: Alessandro Defilippi, Michele Di Mauro, Valter Malosti, Antonio Vandoni, Zibba, Davide Longo, Elena Varvello, Gianluca e Massimiliano De Serio, Matteo Bernardini, Valentina Diana, Gianfranco Lauretano e dai vincitori della scorsa edizione 2016. Giuria di cui hanno fatto parte in passato, tra gli altri, Umberto Piersanti, Luca Bianchini, Paola Mastrocola, Andrea Bajani, Davide Ferrario e Morgan.

Ufficio Stampa: con.testi Torino & Roma + 39 011 5096036 – direzione@contesti.it Maurizio Gelatti +39 347 7726482 – Carola Messina +39 333 4442790

XVI Edizione 2017

Tutte le opere (cfr. bando allegato) dovranno pervenire entro e non oltre il 31 gennaio 2017.

Le cerimonie di proclamazione dei vincitori avranno luogo a maggio 2017, presso il Salone Internazionale del Libro di Torino; presso Casa Martini a Pessione-Chieri, storica sede della Martini & Rossi; ad Alba e nelle Città delle Colline di Torino a cui il premio è intitolato con il coinvolgimento di ospiti illustri (tra i quali hanno partecipato nelle scorse edizioni Franco Branciaroli, Alessandro Haber, Francesco Baccini, Rita Marcotulli, Arturo Brachetti, Giorgio Conte, David Riondino, Laura Curino, Marc Augè, Red Ronnie, Andrea Vitali).

InediTO – che può contare su molti numerosi partner come M.E.I. (Meeting delle Etichette Indipendenti), Film Commission Torino-Piemonte, Biblioteche Civiche Torinesi, Centro di Poesia Contemporanea di Bologna, Bookingpiemonte, I luoghi delle parole di Chivasso e Parole Spalancate Genova – si svolge con il contributo della Regione Piemonte e della città di Chieri, il patrocinio della Città Metropolitana di Torino, delle città di Torino, Moncalieri, Chivasso e Alba e della Camera di Commercio Torino e con il sostegno di Fondazione CRT, Legacoop Piemonte e la sponsorizzazione di Aurora Penne per il premio speciale di “InediTO Young”. È inserito nell’ambito del Maggio dei libri, iniziativa promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Il Premio InediTO – Colline di Torino 2017 è anche on line su:

WWW.PREMIOINEDITO.IT

Ufficio Stampa: con.testi Torino & Roma + 39 011 5096036 – direzione@contesti.it Maurizio Gelatti +39 347 7726482 – Carola Messina +39 333 4442790